tablet-bambini Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

I tablet a scuola migliorano l'apprendimento dei bambini

Uno studio svolto in Irlanda del Nord ha dimostrato come l’uso degli iPad può aumentare l’apprendimento e migliora l’interazione tra alunni e docenti

25 Maggio 2017 - Da sempre il tema legato all’uso dei dispositivi elettronici da parte dei bambini ha diviso le persone. Per alcuni i più piccoli dovrebbero evitare di usare smartphone e tablet mentre secondo altri questi dispositivi possono aiutare nella formazione. E ora dall’Irlanda del Nord arriva una ricerca che potrebbe cambiare le carte in tavola.

Uno studio della Stranmillis University College di Belfast ha cercato di capire il legame che sussiste tra le maggiori possibilità di apprendimento dei più piccoli con l’uso dei dispositivi elettronici. In maniera particolare in Irlanda del Nord hanno testato alcuni iPad in relazione allo studio della matematica. Visti gli esiti positivi dello studio cinque scuole del distretto di Belfast sono state dotate dei tablet di casa Apple per aiutare i ragazzi nello studio. Gli iPad verranno usati solo in alcune lezioni, fanno sapere dal progetto, e serviranno agli insegnanti per monitorare l’effettivo apprendimento degli alunni in tempo reale.

iPad a scuola

Lo studio si è diviso in varie fasi: la prima analisi ha preso in considerazione le classi di alunni con età compresa tra i 4 e i 6 anni. Mentre in una seconda fase lo studio si è focalizzato sulle classi di ragazzi di 8 anni. “L’introduzione della tecnologia digitale ha avuto un impatto positivo sullo sviluppo dell’alfabetizzazione degli alunni. – ha detto il responsabile a capo della ricerca Colette Gray – All’inizio dello studio ci aspettavamo risultati totalmente differenti, e invece l’uso degli iPad non ha isolato gli alunni, anzi ha incrementato anche il loro rapporto con gli insegnanti. Il dispositivo ha fatto da ponte tra le due parti, gli insegnanti e gli alunni, e ha aiutato entrambe le parti a capirsi”.

La scuola del futuro

Il ricercatore ha assicurato che l’obiettivo non è quello di sostituire libri e vecchi sistemi scolastici con la tecnologia. Ma permettere un migliore apprendimento sfruttando le potenzialità dei tablet e di sistemi simili se integrati al modello didattico attuale. Si tratta di un’ennesima conquista per Apple che negli ultimi anni si sta concentrando molto su soluzioni dedicate al mondo della scuola e della formazione. Tanto che l’azienda statunitense recentemente ha realizzato anche un’app pensata ad hoc, come Classroom. Non tutti comunque hanno preso la notizia in senso positivo e hanno evidenziato che i bambini sono maggiormente vulnerabili quando usano questi strumenti tecnologici.

Ti raccomandiamo