Apple_iPhone_6_ Fonte foto: Wikimedia
APPLE

Il tuo iPhone 6S si spegne senza motivo? Ecco il perché

L’azienda statunitense sta avendo dei problemi con in consumatori asiatici dopo che i suoi smartphone iPhone 6 e 6s hanno iniziato a spegnersi senza un reale motivo

Da oggi la Cina non è più così vicina, o perlomeno non lo è a Cupertino. Aumentano, infatti, nel paese asiatico gli spegnimenti automatici senza una logica per gli iPhone 6 e 6s. Anche quando la batteria è carica per più del 50%. Apple dovrà porre rimedio perché il suo numero di vendite in Cina è in picchiata.

In Cina gli iPhone si spengono da soli. Il problema degli smartphone Apple che si spengono senza un apparente motivo è così diffuso in Cina che lo stesso governo, capeggiato dall’associazione per i consumatori, ha interrogato l’azienda statunitense con la speranza di ricevere una valida risposta. Su Weibo, il social network cinese, l’hashtag #iPhone6ssispegneautomaticamente ha generato oltre 10 milioni di visualizzazioni e quasi 20 mila commenti. Molti si lamentano che lo smartphone si spegne anche se la batteria è sopra il 50 o 60% di carica. E una volta spento è impossibile riaccendere l’iPhone se non attaccandolo al caricatore.

L’assenza di risposte concrete da Apple

(Tratto da YouTube)

Quello che sta facendo infuriare i consumatori cinesi è l’assenza di valide risposte da parte di Apple. Sempre su Weibo un utente scrive che da quando ha comprato un iPhone 6s questo si spegne automaticamente arrivato al 30% di carica. Un altro ha sostituito la batteria ma il problema persiste. Apple in questo senso ha dichiarato che per il mercato cinese potrebbe essere la causa un errore nell’impostazione del fuso orario. Ma i casi di iPhone che si spengono senza avere la batteria scarica sta aumentando anche fuori dal paese asiatico (anche in Italia alcuni utenti segnalano lo stesso problema) e questa spiegazione non convince totalmente. Tra i consigli di Apple c’è quello di effettuare un reset dello smartphone ma in molti casi tutto ciò non basta e la riparazione per un problema come questo è di circa trecento euro.

Il crollo di Apple in Cina

In un centro Apple per una riparazione del genere abbiamo detto ci vogliono circa 300 euro. E non si ha nemmeno la certezza che l’iPhone torni a funzionare. Stiamo parlando più o meno della stessa cifra, con una piccola aggiunta, necessaria per comprare uno smartphone di fascia alta nel mercato cinese. Huawei, OnePlus o ZTE. Tutti dispositivi che costano meno rispetto a iPhone ma che hanno caratteristiche molto simili ai prodotti Apple. Si tratta comunque di un momento difficile per l’azienda di Cupertino in Cina. Ha da poco chiuso i suoi iBook al mercato del paese asiatico e nell’ultimo anno i consumatori cinesi sono passati dall’essere il secondo polo per numero di vendite iPhone al terzo. Un crollo significativo a cui Apple dovrà porre rimedio per non perdere uno dei mercati più profittevoli.

Ti raccomandiamo