Apple MacBook Fonte foto: Apple
APPLE

Evento Apple del 27 ottobre: ecco tutte le indiscrezioni

Cosa annuncerà Apple all'imminente keynote autunnale? Molti scommettono su una nuova gamma di MacBook per recuperare il terreno perso dagli avversari

È solo dei primi di settembre l’annuncio dell’iPhone 7, e del fratello Plus, che già il circo mediatico si rimette in moto in vista del prossimo evento Apple analizzando ogni più piccolo segnale in arrivo da Cupertino o qualsiasi indiscrezione – probabile o improbabile – pubblicata online.

Anche il cambio di data dell’annuncio dei dati finanziari, spostata dal 27 ottobre – giorno del keynote – al 25 di ottobre. La motivazione più logica è un’ovvia sovrapposizione di eventi, ma c’è chi ci vede, invece, una mossa strategica studiata a tavolino per comunicare prima un andamento non proprio felice delle vendite complessive dell’iPhone su base annuale per poi indorare la pillola con la presentazione di nuovi prodotti: tutto nell’ottica di non scoraggiare troppo gli investitori di Wall Street. Nonsense a parte, ecco cosa realisticamente presenterà Apple tra un paio di settimane.

Nuovi MacBook ma con quali processori Intel?

Ci saranno i soliti aggiornamenti hardware, forse anche software, ma non sono escluse un paio di sorprese. La nuova gamma di MacBook sicuramente si presenterà con a bordo la sesta generazione di processori Intel ‘Skylake’, se non addirittura la settima, appena sfornata , nome in codice ‘Kaby Lake‘. Ed è già una buona notizia visti i processori obsoleti in uso sui portatili Apple. In entrambi si tratterà di un grande salto di qualità sia in termini di prestazioni sia di risparmio energetico. Anche se la scelta dovesse cadere sulle CPU Core i5 o i7 di sesta generazione. I test eseguiti dal sito Puget Sound Systems, infatti, hanno dimostrato che già con i processori Skylake le performance aumenterebbero dall’uno al 10 % rispetto agli attuali chip in dotazione sugli attuali MacBook. Bocche cucite in Apple. E nessuna conferma arriva dai vari produttori che sostengono di avere a disposizione entrambi i processori.

Processori Kirby Lake, Intel di settima generazioneFonte foto: Intel
Processori Kirby Lake, Intel di settima generazione

MacBook Air sul filo del rasoio

Tra le varie indiscrezioni che circolano in questi giorni, ce n’è una che suona piuttosto improbabile, addirittura stravagante, ma che potrebbe magari rivelarsi esatta. Apple, invece di aggiornare il MacBook Air, potrebbe decidere di mandarlo in pensione. Non è più quella novità di un tempo: il più leggero e sottile del mondo. Anche i “normali” MacBook gli fanno ormai concorrenza. Se il colosso di Cupertino decidesse davvero di dare il benservito al MacBook Air, potrebbe rendere ancora più leggeri i MacBook ed evitare di fare acrobazie per differenziarli. Tanto la differenza è ormai “sottilissima”, non però a livello di prezzo.

MacBook Pro strizza l’occhio alla tecnologia OLED

Ormai, dopo le richieste di brevetto, le foto trapelate di straforo, e anche l’ultimo aggiornamento per MacOS Sierra, è ormai più che probabile, se non certo, che il MacBook Pro si presenterà all’appuntamento del 27 ottobre prossimo con una barra OLED personalizzabile che sostituirà i tasti funzione. È una di quelle particolari novità tecnologiche in grado di differenziare i portatili di fascia alta Apple in un mercato sempre più affollato. Come funzionerà esattamente questa nuova barra resta, però, ancora un mistero.

USB Type-C? Sì, no, forse…

Un rumor che si fa sempre più insistente è l’introduzione sui MacBook e MacBook Pro della porta USB Type-C, adesso che l’USB Implementers Forum ha rilasciato le specifiche ufficiali del nuovo standard per la trasmissione dei segnali audio digitali. È vero che sarebbe una mossa che va contro la consolidata strategia proprietaria di Apple, ma molti utenti ormai – con tutti questi dispositivi tra le mani – hanno davvero bisogno di porte compatibili per questioni oggettive di produttività a 360 gradi.

Schermi di ultima generazione

Ultima indiscrezione, ma non meno interessante, riguarda il settore dei monitor. Non è notizia di oggi, infatti, che gli schermi Thunderbolt, lanciati nel 2011 come abbinamento ai MacPro e come estensione dei MacBook e MacBook Pro, abbiano ormai fatto il loro tempo. C’è, quindi, chi è convinto che Apple lancerà un nuovo display stand-alone da 27 pollici direttamente con tecnologia 5K – senza passare dal 4K – con risoluzione da 5.120×2.880 pixel.

Ti raccomandiamo