shutterstock_378544003 Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

IoT: solo negli Stati Uniti sono 178 milioni i dispositivi a rischio

La sicurezza degli oggetti connessi è un tema caldo, la ricerca svolta da Trend Micro ha fissato il numero dei dispositivi vulnerabili negli Usa

17 Febbraio 2017 - Grazie a indagini di settore e a causa degli attacchi hacker abbiamo imparato che molti oggetti Internet of Things non sono sicuri. Ora però abbiamo un numero preciso. Uno studio statunitense ha dimostrato come negli Stati Uniti oltre 178 milioni di dispositivi IoT sono vulnerabili.

Lo studio è stato condotto dai ricercatori Numaan Huq e Stephen Hilt, della società giapponese esperta in sicurezza informatica Trend Micro. Il numero è ancora più inquietante poiché non riguarda l’intero territorio degli Usa ma solo dieci tra le più grandi città. Molti degli oggetti IoT che possiamo avere in casa sono facilmente reperibili sul motore di ricerca Shodan. La vulnerabilità di questi oggetti IoT viene sfruttata da botnet come la famosa Mirai, che usa i dati di questi dispositivi per bloccare i siti Internet più famosi. I due ricercatori hanno trovato webcam, videocamere di sorveglianza, router, stampanti e anche macchinari medici tra i prodotti più vulnerabili.

Attenzione ai nostri dati

Gli oggetti IoT non sono pericolosi solo per gli attacchi DDoS che aiutano a costruire ma in generale mettono in pericolo anche la nostra privacy. I ricercatori hanno trovato svariati database di caselle di posta elettronica compromesse proprio partendo dalle vulnerabilità di un dispositivo IoT connesso all’account. Il problema principale dei dispositivi IoT, spiegano da Trend Micro, è che non può esserci una soluzione sicura per tutti ma ogni dispositivo va settato in modo da proteggere sempre la privacy del consumatore. Bisogna in pratica che i produttori accompagnino l’utente anche dopo la vendita, per aumentare la sicurezza del dispositivo IoT.

Clicca sull'immagine per scoprire come mettere al sicuro i propri oggetti smartFonte foto: Shutterstock
Clicca sull’immagine per scoprire come mettere al sicuro i propri oggetti smart

Ti raccomandiamo