apple-OLED-iphone8-rumors Fonte foto: Apple
APPLE

IPhone 8 prodotto negli USA? Intanto sorgono problemi con gli OLED

Apple prova a calcolare i costi di produzione dell'iPhone negli USA con l'aiuto dei suoi fornitori. Difficoltà nel reperire gli schermi OLED potrebbe cambiare i piani

Tutto va preso con le “pinze” quando si tratta di Apple. L’azienda di Cupertino ha risolto con nonchalance, nel corso della sua vita, molti intoppi e problemi e non sarà certo la produzione degli schermi OLED a scombussolare i suoi piani. E poi prima dell’uscita dell’iPhone 8 c’è ancora tempo…

L’indiscrezione di un iPhone 8 con a bordo uno schermo OLED – in uscita il prossimo anno – si perde quasi nella notte dei tempi. Se l’Apple Watch e la Touch Bar del MacBook Pro sono già dotati di tecnologia OLED, l’iPhone è “bloccato” con i tradizionali schermi LCD (a cristalli liquidi). L’azienda di Cupertino deve dare una ventata di novità al suo smartphone se vuole continuare a cavalcare la cresta dell’onda. Un recente report di Bloomberg sostiene, tuttavia, che un’insufficiente produzione di schermi OLED potrebbe scombussolare i piani di Apple. Scopriamo perché…

OLED vs LCD

I quattro fornitori principali di display OLED – secondo Bloomberg – non dispongono di sufficiente capacità produttiva per soddisfare la domanda di schermi con tecnologia Organic Light Emitting Diode né per il prossimo anno (2017), né per quello successivo (2018). Le difficoltà che stanno affrontando i “fantastici” 4, nello specifico – Samsung Display, LG Display, Sharp e Japan Display – è che il processo di produzione degli schermi OLED è molto più complesso rispetto a quello dei pannelli LCD. Apple, a questo punto, si aspetta Samsung come fornitore unico nel 2017.

Quale futuro per l’iPhone 8?

Questa limitata produzione di schermi OLED che effetto potrebbe avere sui piani di Apple? Bloomberg fa notare che questo problema potrebbe costringere l’azienda di Cupertino a utilizzare schermi OLED su un solo modello di iPhone 8. I soliti bene informati sostengono, inoltre, che Apple prevede di lanciare almeno un nuovo iPhone con schermo OLED nel 2017 per celebrare il 10° anniversario dal debutto del suo fortunato smartphone. Questa, però, non è l’unica novità di rilievo dei nuovi iPhone 8: clicca sulla foto che segue per accedere alla gallery con tutte le novità Apple previste sul prossimo melafonino.

Rendering iPhone 8Fonte foto: BeHance
Rendering dell’iPhone 8 senza tasto Home. Cliccando sulla foto potrai visualizzare tutte le novità iPhone 8 rivelate sinora

Produzione negli States?

Un altro cambiamento, tutt’altro che secondario, potrebbe riguardare la fase di produzione dell’iPhone del decennio. Secondo il quotidiano giapponese Nikkei Asian Review, Apple avrebbe chiesto ai due maggiori produttori di componenti per iPhone (Foxxcon e Pegatron) uno studio di fattibilità per spostare la produzione e l’assemblaggio del melafonino dalla Cina agli Stati Uniti. La richiesta risalirebbe al mese di giugno 2016, ma sarebbe diventata più pressante in seguito alla vittoria elettorale di Donald Trump. Secondo le fonti ascoltate dai giornalisti giapponesi, l’operazione sarebbe tutt’altro che semplice: portare le fabbriche da una parte all’altra dell’Oceano Pacifico farebbe raddoppiare i costi di produzione dell’iPhone 8, con effetti sconosciuti sul prezzo finale. A mero titolo informativo, è stato calcolato che i costi di produzione dell’iPhone 7 da 32 gigabyte sono di 225 dollari, mentre il prezzo di listino è di 649 dollari.

Ti raccomandiamo