iphone-bangalore Fonte foto: Shutterstock
APPLE

Apple inizierà ad assemblare i suoi iPhone in India da fine aprile

Pare che Cupertino abbia firmato un accordo con il governo indiano per realizzare l’assemblaggio dei suoi dispositivi nel Paese, abbassando così i costi finali

3 Febbraio 2017 - Apple e il mercato indiano potrebbero essere un binomio vincente. Soprattutto per le casse di Cupertino, visto il mercato potenziale che rappresenta il Paese asiatico. Stando a recenti indiscrezioni i nuovi iPhone saranno assemblati proprio in India, e questo permetterà un abbassamento dei costi finali.

Il tema di uno spostamento parziale della produzione in India in casa Apple era già stato largamente discusso. E i pareri a favore erano parecchi. Ora stando a quanto afferma un ministro del Karnataka Apple inizierà ad assemblare i suoi iPhone in India già dalla fine del prossimo mese di aprile. Questo renderà il costo finale dello smartphone molto più basso rispetto ai prezzi attuali. E aprirà maggiori possibilità per i consumatori indiani per possedere un iPhone. Si tratta di un legame che fa guadagnare entrambi. Apple porterà nuove opportunità lavorative ma di contro entrerà in un’ipotetica fetta di mercato enorme.

iPhone da Bangalore

Secondo Priyank Kharge, ministro delle Information Technologies in India, Apple inizierà ad assemblare i suoi dispositivi a Bangalore. E pare che almeno all’inizio tutti gli smartphone e gli altri prodotti di Cupertino realizzati in India saranno destinati esclusivamente al mercato interno del Paese asiatico. Questa notizia arriva subito dopo le recenti indiscrezioni che parlavano di una collaborazione tra Apple e la società Wistron. Si tratta di un’azienda di Taiwan che molto probabilmente aiuterà Apple nel processo di assemblaggio in India. Non si hanno notizie riguardo al futuro della catena d’assemblaggio in India, non è chiaro se i dispositivi qui prodotti verranno con il tempo poi rivenduti anche in altre nazioni. Abbassando notevolmente il prezzo finale del dispositivo. L’impressione in questo senso però resta negativa. La notizia dell’apertura di Apple in india non piacerà al nuovo presidente Trump. Questi aveva recentemente chiesto a Cupertino, così come alle altre aziende americane nel campo della tecnologia, di effettuare tutti i processi di costruzione esclusivamente all’interno del territorio statunitense.

Ti raccomandiamo