SMART EVOLUTION

La pillola smart che viaggia nel corpo per rilasciare le medicine

Alcuni ricercatori dell’Università di Purdue hanno sviluppato una pillola smart che cura i problemi gastro interinali come la malattia di Crohn

Più volte abbiamo parlato del rapporto sempre più stretto tra tecnologia e salute. I dispositivi intelligenti stanno cambiando la nostra vita e interi settore dell’economia: la salute e la medicina non potevano restarne fuori.

Oltre alle stampanti 3D capaci di costruire “pezzi” di ricambio per il nostro corpo e applicazioni dello smartphone per monitorare i battiti del cuore e il livello del glucosio, dagli Stati Uniti arriva anche la pillola smart che rilascia la medicina solo quando è arrivata a destinazione, ovvero nello stomaco. Dei ricercatori dell’Institute of Electrical and Electronics Engineers dell’Università di Purdue, negli Stati Uniti, hanno realizzato una pasticca intelligente capace di curare patologie gravi come la Malattia di Crohn e il Clostridium difficile che colpiscono migliaia di persone ogni anni.

Come funziona la pillola intelligente

Quando si è affetti da malattie dell’apparato digerente, riuscire a intervenire efficacemente e soprattutto localmente può fare la differenza. I ricercatori dell’Università di Purdue hanno cercato di trovare una soluzione a chi è affetto dalla Malattia di Crohn e dal Clostridium difficile. Nel primo caso si tratta di un’infiammazione cronica dell’intestino che può portare a dolori addominale, vomito ed eruzioni cutanee. Il Clostridium difficile, invece, è un batterio e porta alla colite cronica. Per riuscire a curare queste due patologie, la pillola deve rilasciare la medicina proprio all’interno dello stomaco, in una parte specifica dell’intestino. Solitamente le pasticche iniziano a fare effetto quando entrano nell’intestino tenue, ma nel caso della malattia di Crohn dovrebbe rilasciare la medicina più avanti, nell’intestino crasso. Per questo motivo i ricercatori hanno realizzato una pillola intelligente che ritarda il rilascio della medicina e aumenta le probabilità di successo. Il tutto è reso possibile da uno speciale funzionamento brevettato dai ricercatori dell’università statunitense.  La pasticca è formato da una gelatina che può essere ingerita anche dall’uomo. Dopo i primi esperimenti in laboratorio, i ricercatori inizieranno la fase di test con delle persone umane.

 

Il video in apertura è tratto da YouTube

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo