latte Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

Latte scaduto, adesso ti avvisano le etichette intelligenti

Alcuni scienziati irlandesi hanno realizzato una tecnica che permette di sviluppare circuiti smart che avvertono quando il latte sta per scadere

Tornate a casa e improvvisamente vi viene voglia di bere una tazza di latte. Aprite il frigorifero ed ecco la brutta sorpresa: un odore sgradevole arriva alle vostre narici proprio dal cartone del latte. È tardi, i supermercati sono chiusi. Ed è in questo momento che monta la rabbia.

Immaginate se il latte stesso vi avesse potuto contattare e dirvi: “sto per andare a male, ti conviene comprare un’altra bottiglia”. Fantascienza? Non proprio. Un team di scienziati irlandesi sta lavorando a un progetto rivoluzionario: un’etichetta intelligente in grado di “capire” se un cibo sta per deteriorarsi e, in tal caso, avvisare con un messaggio un utente. L’esperimento, ancora in una fase embrionale, porta la firma del prestigioso Trinity College di Dublino. Gli scienziati sperano di mettere a punto un circuito, capace di memorizzare tante informazioni, che un giorno potrà sostituire sui prodotti alimentari i classici codici a barre.

Come funzionano le etichette smart per il latte

Alla base dell’etichetta intelligente ci sono alcuni materiali sottilissimi e stampati utilizzando la tecnica messa a punto dal team irlandese. I transistor, infatti, sono realizzati da nanomateriali 2D, ossia a due dimensioni, tra cui figura il grafene. Il sistema sviluppato dai ricercatori del Trinity College di Dublino consente di creare circuiti piccoli, resistenti e anche economici. Lo studio, finanziato anche dalla Comunità europea, è stato pubblicato sulla nota rivista scientifica “Science”. Secondo quanto sostengono gli autori del progetto, che come detto è ancora in via di sviluppo, la tecnica potrà essere utilizzata anche per realizzare i paper display, schermi flessibili e sottili da inserire nei giornali.

Ti raccomandiamo