LG-G6-GadgetDetective Fonte foto: Venia Geskin
ANDROID

LG G6, molti cambi in vista ma niente chip Snapdragon 835

LG G6 rappresenta un radicale cambio di rotta per il colosso coreano, ma il processore di Qualcomm non sarà pronto per il lancio a marzo

Le tante indiscrezioni sullo smartphone LG G6 stanno iniziando a comporre il puzzle di come sarà il futuro top di gamma dell’azienda sudcoreana. E adesso iniziano anche a trapelare le prime immagini sul design che, in parte, confermano le voci di corridoio.

LG G6, nonostante il nome, non rappresenta l’erede naturale del G5, smartphone modulare, presentato lo scorso anno al Mobile World Congress di Barcellona. L’idea di un dispositivo “trasformista” era vista come un’interessante novità, ma alla fine si è rivelata un “buco nell’acqua” o, semplicemente, gli utenti non erano ancora pronti per un prodotto così particolare. Il G5, per chi se lo ricorda, era in grado di trasformarsi – grazie ai moduli LG Friends – in una fotocamera, in un proiettore o in uno stereo hi-fi. LG G6, invece, punta al sodo concentrandosi sul design e sulla doppia fotocamera come mostrano le prime immagini che circolano in rete.

A tutto schermo

Premi sull'immagine per scoprire come sarà LG G6
Premi sull’immagine per scoprire come sarà LG G6

LG svelerà il suo gioiellino, salvo imprevisti – di cui parleremo – in occasione del MCW in programma a Barcellona il prossimo 26 febbraio. LG, abbandonata l’idea di uno smartphone modulare, si è concentrata, innanzitutto, su un nuovo design e caratteristiche tecniche all’avanguardia. LG G6, infatti, si presenterà all’evento spagnolo con un display da 5,7 pollici – con risoluzione Quad HD+ (2880×1440 pixel) – e un rapporto d’immagine 2:1 abbandonando, così, l’ormai consolidata ratio standard da 16:9. Questo accorgimento tecnico le ha permesso di ridurre al minimo le dimensioni delle cornici e lo schermo occuperà più del 90% della superficie frontale dello smartphone che risulterà, quindi, un po’ di più alto del solito.

Design rinnovato

C’è chi sostiene che il telaio sarà interamente in alluminio, mentre altri ipotizzano un mix di vetro e metallo. L’LG G6 dovrebbe disporre, nella parte posteriore di una doppia fotocamera – da 16 Megapixel e un grandangolo da 8 Megapixel per le foto panoramiche – e di lettore di impronte digitali, anche se qualcuno azzarda la presenza, invece, di uno lo scanner dell’iride. Staremo a vedere. Il resto della “presunta” dotazione tecnica prevede – dopo l’abbandono del design modulare – una batteria non rimovibile e un rinnovato sistema di raffreddamento per prevenire surriscaldamenti causati dal processore e, soprattutto dalla batteria. Saranno presenti, inoltre, il jack audio per le cuffie da 3,5 mm (posizionato sul lato superiore), e una la porta USB Type-C nella parte inferiore. L’LG G6 dovrebbe anche essere waterproof, mentre il sistema Hi-Fi è sviluppato da Bang & Olufsen. Il sistema operativo sarà, ovviamente, Android 7.0 Nougat.

Niente Snapdragon 835?

Veniamo adesso alla nota dolente: LG G6, sempre stando alle indiscrezioni che circolano in rete, non sarebbe dotato del processore Snapdragon 835, ma del meno recente Snapdragon 821. Tutti sembrano concordi sulla motivazione: Samsung avrebbe acquistato da Qualcomm l’intera fornitura per il suo prossimo Galaxy S8. Va anche ricordato che le due aziende hanno collaborato allo sviluppo del chip Snapdragon 835 che è prodotto con tecnologia a 10nm.

Premi sull'immagine per scoprire tutti gli smartphone in uscita nel 2017Fonte foto: Web
Premi sull’immagine per scoprire tutti gli smartphone in uscita nel 2017

Ti raccomandiamo