APPLE

Apple risponde a Microsoft Surface Book con il nuovo MacBook Pro

Apple presenta, non solo l'ultimo modello della famiglia MacBook Pro, ma aggiunge anche nuova app TV per Apple TV, iPhone e iPad, e un ricco update di Final Cut Pro X

Questa settimana segna il 25° anniversario per primo notebook Apple e come festeggiarlo al meglio se non annunciando l’ultimo nato della famiglia MacBook Pro? Cupertino, in occasione del recente Keynote, ha approfittato anche per presentare nuova app TV – per Apple TV, iPhone e iPad – e un corposo update per Final Cut Pro X.

Le ultime novità presentate da Apple – in realtà – non sono molte, ma spicca tra tutte l’ultima versione della celebre famiglia di MacBook Pro che introduce caratteristiche degne di nota. Spunta l’innovativa Touch Bar, la comodità del Touch ID, il miglior display su Mac di sempre, prestazioni elevate, audio migliore, unità di storage super veloce e connettività Thunderbolt 3, uniti a un design più sottile e leggero. La nuova app TV, dal canto suo, offre un’esperienza unificata per accedere programmi televisivi e film da Apple TV, iPhone e iPad. A cui si aggiunge un importante update a Final Cut Pro X per sfruttare al meglio le novità introdotte sul MacBook Pro.

MacBook Pro, il Touch Bar e il Touch ID

Il MacBook Pro è il modello della famiglia di notebook professionali più sottile e leggero mai realizzato da Apple che, tra l’altro, lo ha dotato di un’innovativa interfaccia che sostituisce la tradizionale fila di tasti di funzione con un Retina display Multi-Touch chiamato Touch Bar. Questa barra sensibile al tocco mette i comandi direttamente a contatto delle dita dell’utente e si adatta quando si utilizza il sistema operativo o applicazioni come Mail, Finder, Calendario, Numbers, GarageBand, Final Cut Pro X e molte altre, inclusi i programmi di terze parti. Qualche esempio pratico? La Touch Bar mostra le Tab e i preferiti quando è in azione Safari, offre un accesso veloce alle emoji in Messaggi, o ancora semplifica l’editing delle immagini e la ricerca dei video in Foto.

(tratto da YouTube)

La comparsa del Touch Bar è accompagnato dall’introduzione sul MacBook Pro, anche, del sensore Touch ID integrata nel pulsante di accensione: una caratteristica che gli utenti Apple hanno già avuto modo di conoscere sui più recenti iPhone e iPad. Si tratta di un lettore biometrico per impronte digitali che, al tempo stesso offre un’utile barriera di sicurezza per l’accesso al dispositivo, ma anche un meccanismo più veloce per farsi “aprire le porte”. Una volte registrate le proprie credenziali – ossia registrate le proprie impronte digitali – il Touch ID consente di sbloccare rapidamente il proprio Mac, di passare account utente a un altro e di effettuare acquisti sicuri con Apple Pay sul web con un solo tocco. Touch ID riconosce il polpastrello del “padrone” a grazie all’utilizzo di sofisticati algoritmi e al secure element presente nel nuovo chip T1 di Apple.

Touch Bar Apple MacBook ProFonte foto: Apple
La nuova Touch Bar con emoticons ed emoji

MacBook Pro: sottile, leggero ma ancora più potente

Apple ha riprogettato il design del suo gioiellino per renderlo ancora più sottile (uno spessore di soli 14,9 mm per il modello con display da 13″, e 15,5 mm per il fratello maggiore da 15″ – più leggero (rispettivamente 1,36 kg per il primo e 1,8kg per il secondo diminuendo, al contempo, anche il volume in entrambi casi di 200 grammi rispetto alla generazione precedente). Senza compromettere la solidità e la robustezza garantita dal nuovo guscio unibody interamente realizzato in metallo.

Uno dei punti di forza della nuova famiglia di MacBook Pro è sicuramente il Retina display – da 13 e 15 pollici – ancora più sottile (0,88 mm), ma in grado di visualizzare immagini ancora più vivide e dettagliate rispetto al recente passato. Il display Retina dei nuovi MacBook Pro, a 500 nits di luminosità, aumenta, inoltre, del 67% la luminosità e il contrasto, rispetto ai “vecchi” modelli, ed è inoltre il primo a supportare una gamma di colori più ampia. Oltre a un risparmio energetico del 30% rispetto a prima grazie a una maggiore apertura dei pixel, una frequenza di refresh variabile e LED a minore consumo.

(tratto da YouTube)

Grandi novità in arrivo anche per il comparto hardware. I nuovi MacBook Pro sono potenziati grazie a processori Intel di sesta generazione – Core i5 dual-core con eDRAM, Core i7 dual-core con eDRAM e Core i7 quad-core – che garantiscono elaborazioni di livello professionale pur risparmiando energia. Il MacBook Pro 15”, nello specifico, è dotato di una grafica discreta Radeon Pro che fornisce prestazioni fino a 2,3 volte superiori rispetto alla generazione precedente, il fratello minore da 13 pollici si presenta con a bordo Intel Graphics Iris due volte più veloci rispetto alla tecnologia precente. Entrambi i modelli sono dotati di SSD con velocità di lettura sequenziale a oltre 3 GBps e Thunderbolt 3 per il trasferimento di dati, la ricarica e il doppio della larghezza di banda video in una singola porta che consentono agli utenti di gestire un display 5K e alimentare il proprio MacBook Pro tramite un unico cavo.

Tra le altre caratteristiche, non vanno dimenticati, un Trackpad Force Touch più spazioso (46% più ampio sul MacBook Pro 13” e grande il doppio sul MacBook Pro 15), una digitazione più reattiva e confortevole sulla tastiera grazie a un meccanismo a farfalla di seconda generazione, un suono più forte e realistico tramite gli altoparlanti con il doppio della gamma dinamica e bassi migliorati, e il sistema MacOS Sierra con nuove funzioni come, per esempio, l’integrazione di Siri, Universal Clipboard, Apple Pay sul web e Foto.

MacBook ProFonte foto: Apple
MacBook Pro

MacBook Pro, prezzi e disponibilità

– Il prezzo del MacBook Pro 13” – con processore dual-core Intel Core i5 a 2.0 GHz con velocità Turbo Boost fino a 3.1 GHz, 8GB di memoria e 256GB di storage flash – parte da 1.749 euro ed è disponibile da subito.

– Il prezzo del MacBook Pro 13” dotato di Touch Bar e sensore Touch ID – con processore dual-core Intel Core i5 a 2.9 GHz con velocità Turbo Boost fino a 3.3 GHz, 8GB di memoria e 256GB di storage flash – parte parte da 2.099 euro e sarà sul mercato tra due, massimo tre settimane.

– Il prezzo del MacBook Pro 15” dotato Touch Bar e sensore Touch ID – con processore quad-core Intel Core i7 a 2.6 GHz con velocità Turbo Boost fino a 3.5 GHz, 16GB di memoria e 256GB di storage flash – parte da 2.799 euro e sarà in vendita, anche in questo caso, tra due, massimo tre settimane.

Apple introduce una nuova app TV per Apple TV, iPhone e iPad

L’obiettivo di Apple è di offrire di offrire un unico luogo da cui accedere ai programmi TV e ai film, ma da più dispositivo: Apple TV, iPhone e iPad. Ed ecco spuntare una nuova applicazione che lo rende possibile, anche grazie allo zampino di una nuova funzionalità Siri che adesso semplifica la sintonizzare direttamente su notizie in tempo reale ed eventi sportivi su Apple TV. L’assistente intelligente di Apple, adesso, è a conoscenza degli eventi sportivi in diretta in tutte le app così gli utenti non devono fare altro che dire cose come, “quali partite si stanno giocando in questo momento?”. Siri, se li conosce ulteriori dettagli sulle partite, è in grado di fornire risultati in tempo reale e portare gli spettatori direttamente alla diretta streaming all’interno dell’app che la sta trasmettendo. La nuova app TV di Apple, tra l’altro, rimane sempre sincronizzata in modo che quando gli utenti iniziano a guardarla su un dispositivo, possono semplicemente continuare sugli altri device Apple esattamente dal punto in cui avevano interrotto la visione.

Apple TVFonte foto: Apple
Apple TV

Tra le altre caratteristiche dell’app TV ricordiamo la presenza di Watch Now – per vedere la propria collezione di programmi e film disponibili su iTunes e sulle app – Up Next – per visualizzare in ordine di preferenza tutti i contenuti affittati o acquistati di recente – Recommended – per ricevere suggerimenti su possibili programmi e film in linea con i “gusti” dell’utente – Library – per accedere all’intera collezione di film e programmi televisivi affittato o acquistato su iTunes – e infine lo Store in cui cercare qualcosa di nuovo da guardare. L’app TV sarà disponibile a dicembre come aggiornamenti software per i clienti Apple TV (4a generazione), iPhone e iPad negli Stati Uniti, mentre Live tune-in con Siri è già disponibile. Apple avverte che alcune funzionalità potrebbero non essere disponibili in tutte le regioni o in tutte le lingue. Non è ancora chiaro quando l’app TV arriverà in Italia.

Final Cut Pro X strizza l’occhio al Touch Bar

Anche l’applicazione per video editing “made in Cupertino” è stata arricchita con nuove funzionalità per la Timeline magnetica, il supporto per la Touch Bar – adesso presente sul nuovo MacBook Pro – e un’interfaccia ridisegnata per supportare al meglio i flussi di lavoro ad ampia gamma cromatica. La nuova Timeline magnetica consente agli utenti di avere, a colpo d’occhio, un quadro generale del proprio filmato con la possibilità di una disposizione personalizzabile e una codifica colore delle clip audio in base al tipo o “ruolo” come, per esempio, dialogo, musica ed effetti. Ma la novità più interessante è sicuramente il supporto alla Touch Bar che sostituisce la tradizionale fila di tasti funzione della tastiera tramite display Multi-Touch di qualità Retina che si adatta in modo dinamico a Final Cut Pro X proponendo all’utente controlli intuitivi e sensibili al contesto. La Touch Bar, inoltre, visualizzerà una panoramica interattiva con codice colore di tutta la timeline in modo che gli utenti siano in grado di navigare all’interno dei proprio progetto con il semplice tocco di un dito. Apple, infine, anche rilasciato aggiornamenti per Motion e Compressor.

LineaMacBookFonte foto: Apple
Linea MacBook

Final Cut Pro 10.3 è già disponibile come aggiornamento gratuito sul Mac App Store per gli attuali utenti, e al prezzo di €299,99 euro per i nuovi. Anche gli update Motion 5.3 e Compressor 4.3 sono a costo zero per chi già li utilizza, o al prezzo di 49,99 euro ciascuno per i nuovi clienti.

 

(Il video in apertura è tratto da YouTube)

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo