facebook-messenger-live-location Fonte foto: Facebook

Messenger permette di condividere la posizione, ma solo per un'ora

L'azienda di Menlo Park implementa una nuova funzione su Facebook Messenger: ora sarà possibile condividere la posizione con i propri amici

28 Marzo 2017 - Nessuno si aspettava che Facebook avrebbe rilasciato delle nuove funzionalità a poche settimane dall’F8 Developer Conferencel’annuale appuntamento con gli sviluppatori – che si terrà il 18 e 19 aprile prossimi a San Jose (in California). E con quest’annuncio relativo a Messenger ha spiazzato tutti.

Il colosso di Menlo Park ha appena annunciato che Facebook Messenger ora supporta la posizione in tempo reale che permette di condividere esattamente dove vi trovate con gli amici per consentire, se lo desiderate, di incontrarvi anche nella vita reale. Una condivisione che dura però solo fino a 60 minuti e che può essere interrotta in qualsiasi momento. Facebook rilascia la funzione “live location” a livello mondiale e sarà presto disponibile su dispositivi iOS e Android.

Come condividere posizione su Facebook Messenger

È sufficiente toccare – in iOS o Android – l’icona della posizione all’interno di un messaggio per iniziare a condividere il luogo dove ci troviamo. Vedrete quindi una mappa della vostra posizione attuale e la possibilità di condividere dal vivo. È possibile condividere la propria posizione per un massimo di 60 minuti, come accennato in precedenza, e sarà presente un indicatore ci mostrerà il tempo rimasto. Facebook fornirà anche una stima di quanto tempo ci vorrebbe per incontrare i vostri amici – se vi muovete in auto – e tempo stimato di arrivo che sarà anche condiviso con gli altri. Sebbene, a prima vista, questa funzione sembra pensata per le persone in movimento, è possibile usarla anche se non vi muovete da dove vi trovate. Informate i vostri amici e saranno – perché no – loro a venire da voi per incontrarvi.

Non solo “people-to-people”

Anche se la nuova funzione di Facebook Messenger è ottimizzata per le conversazioni “people-to-people”, può essere utilizzata anche dai brand. Se siete interessati a comprare qualcosa, ma non sapete dove si trova quel particolare negozio sarà possibile chattare direttamente con lo store che potrebbe condividere la posizione del punto vendita più vicino a voi. La funzione potrebbe anche essere utilizzata dagli alberghi per aiutare i turisti a trovare la strada nel caso si perdano in una grande città. Insomma, gli scenari che si aprono sono molteplici.

Ti raccomandiamo