Microsoft-Project-Rome Fonte foto: Microsoft
TECH NEWS

Microsoft Project Rome adesso supporta anche Android. Ecco cosa è

Il colosso di Redmod rilascia un SDK, ossia un pacchetto di sviluppo software, per programmatori che puntano a servizi multipiattaforma

Il Project Rome di Microsoft, forse non è ancora molto conosciuto dal grande pubblico, è una tecnologia in cui Redmond crede molto e disponibile dalla Build 2016, ossia dal mese di marzo dello scorso anno che permette di creare un’esperienza utente unificata tra i vari dispositivi.

Il Project Rome di Microsoft, in pratica, ricorda molto da vicino Apple Handoff, una tecnologia che consente di iniziare un’attività su un dispositivo (PC, console, smartphone) e continuarla su un altro come se non fosse mai stata interrotta. Microsoft sa molto bene che Windows 10 non sta riscuotendo un gran successo nel settore degli dispositivi mobili così, se fino a ieri, gli strumenti di sviluppo erano a esclusivo appannaggio dell’ultima versione del suo sistema operativo – per PC e smartphonequesta mossa di rilasciare anche una versione SDK per Android è chiaramente un tentativo di estendere il progetto a più sviluppatori possibili.

Come funziona Microsoft Rome

(Tratto da Twitter)

Il motivo per il progetto di Microsoft sia collegato alla città eterna, non è ben chiaro, lo è molto di più il suo funzionamento. L’obiettivo è, come accennato, di collegare tutta una serie di dispositivi – desktop, notebook, computer, tablet, console di gioco e visori per la realtà virtuale in una sorta di “comunità” quasi completamente basata sul cloud. Un esempio, come sempre, vale più di mille parole. Ammettiamo che iniziate a scrivere un documento word sul computer, potete interrompere la stesura in qualsiasi momento e riprenderla da dove eravate arrivati su un notebook, tablet o smartphone, naturalmente effettuando il login col lo stesso account Microsoft (MSA). D’ora in poi, sarà possibile farlo anche con i dispositivi Android.

Microsoft-Project-Rome-schema
Iniziate un’attività su un dispositivo (computer, console, smartphone) e potete continuarla su un altro come se non fosse mai stata interrotta

Download già disponibile

La funzionalità sarà parte integrante di Windows 10 a partire dall’aggiornamento Creators Update, ma al momento chi volesse iniziare a usare questo strumento può scaricarlo dal sito di Microsoft. L’SDK è compatibile con Java e con Xamarin.

Ti raccomandiamo