my-voice-app-sla Fonte foto: My Voice
APP

My Voice, l'app che dà la voce ai malati di SLA

Il Centro clinico Nemo ha ideato My Voice, un’applicazione che permette alle persone con patologie neuromuscolari di registrare delle frasi con la propria voce

11 Maggio 2017 - Nella vita di tutti i giorni è facile dare per scontato anche i gesti più banali. Poter parlare ai propri cari e agli amici è una piccola cosa, eppure è molto importante. Chi soffre di patologie neuromuscolari, come la sclerosi laterale amiotrofica (SLA), sa quanto siano importanti questi gesti. E quest’app è pensata per loro.

Nella maggior parte dei casi la SLA comporta una perdita progressiva di diverse capacità, e tra queste è compresa anche quella di esprimersi vocalmente. La medicina ancora non ha trovato una cura definitiva per questa malattia, intanto però la tecnologia sta provando ad aiutare le persone che soffrono di SLA. Per questo è stata creata un’app, chiamata My Voice, che permette alle persone a cui è stata diagnosticata la malattia di registrare le loro frasi preferite prima di perdere la capacità di esprimersi vocalmente. In questo modo in futuro potranno utilizzare la propria voce, in alcuni contesti, invece che con la voce metallica degli strumenti di lettura ottica.

My Voice

L’applicazione My Voice è stata realizzata dal Centro clinico Nemo, ed è pensata per tutte le persone colpite da una particolare patologia, che avendo paura di poter perdere la capacità di esprimersi con la propria voce vogliono registrare delle frasi, le più importanti, da dire in futuro. My Voice è disponibile sia su dispositivi Apple che Android. E non manca l’applicazione pensata per i sistemi Windows. Si tratta di un’app a pagamento ma tutti i soldi raccolti vanno a finanziare la ricerca del Centro clinico Nemo. L’applicazione consente di classificare con un colore alcune delle frasi più importanti, come “ti amo” o “ti voglio bene”, in modo tale che possano essere usate in maniera semplice dalla persona affetta da SLA o da un’altra patologia neuromuscolare.

Ti raccomandiamo