WEARABLE

Neebo, il braccialetto intelligente per neonati e genitori ansiosi

Se una volta c'erano, e ci sono ancora, i Baby Monitor per controllare il proprio bebè a distanza, adesso c'è il braccialetto Neebo che fa molto... molto di più

Siete genitori ansiosi che vanno a controllare in continuazione il proprio neonato mentre dorme e non lo lasciano mai solo un attimo da solo? Adesso potete prendervi una pausa grazie al braccialetto Neebo che tiene sotto controllo la situazione e vi avverte in caso di necessità.

Neebo è un braccialetto da mettere al polso dei neonati prodotto da Daatrics, un’azienda con sede in Cecoslovacchia. Questo wearable per bebè invia un flusso continuo di dati accurati dal bambino a propri genitori via Bluetooth Low Energy. Neebo è programmato a rispondere a una serie di domande come, per esempio, “il mio bambino sta respirando correttamente”, oppure, “ha troppo caldo o freddo”, oltre a tenere sotto controllo la frequenza cardiaca, la saturazione di ossigeno, lo stato termico, e il rumore ambientale dove si trova l’adorato neonato. Nessun genitore starebbe mai troppo distante dal suo bambino, ma quando la stanchezza si fa sentire un aiuto fa davvero comodo.

Neebo, bebè sotto controllo 24 ore su 24

(Tratto da YouTube)

Neebo, va subito detto, non è un dispositivo medico, anche se l’azienda produttrice sta cercando di ottenere l’approvazione da parte della Food and Drug Administration statunitense, ossia dall’ente governativo degli Stati Uniti che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici. Quindi anche Neebo. Il braccialetto intelligente è, ovviamente, dotato di sensori in grado di tenere sotto controllo la respirazione – fondamentale soprattutto nei neonati – grazie al monitor di frequenza cardiaca. Neebo è anche in grado di verificare il livello di ossigeno nel sangue di un bambino che è uno dei primi campanelli d’allarme di malattie cardiache o problemi respiratori. Verifica, inoltre, anche la temperatura del bebè. Neebo, nel caso in cui i genitori lo desiderano, consente anche di ascoltare (in maniera discreta) la situazione ambientale dove si trova il neonato per controllare il lavoro della baby-sitter. Un monitor separato, poi, trasmette i suoni in arrivo dal bambino. Un po’ come fanno i tradizionali Baby Monitor, solo che Neebo – grazie allo zampino dell’intelligenza artificiale – è in grado di separare i suoni normali da quelli “insoliti” che, ovviamente invia ai genitori sotto forma di allarme.

C’è un problema? Il baby monitor fa partire l’allarme

Tutte le informazioni rilevate da Neebo arrivano ai genitori sullo smartphone tramite un’apposita applicazione per Android e iOS. Se il dispositivo riscontra un problema – dal battito cardiaco a suoni insoliti – gli alert non arriveranno solo tramite cellulare ma anche direttamente da Neebo o dalla stazione di ricarica. Il dispositivo, come accennato, dispone di un collegamento Bluetooth 4.0, ma anche del Wi-Fi. I dati raccolti sono archiviati sul cloud in modo che i genitori possano controllare il loro bebè anche quando sono lontani da casa. Neebo, inoltre, si ricarica completamente in circa un’ora e funziona senza sosta per un’intera settimana, 20 giorni se è “in servizio” solo di notte.

Neebo è sicuro?

Il braccialetto è realizzato in plastica ma senza traccia di BPA (ossia di bisfenolo A) che, dopo anni, si è scoperto dannoso, con il cinturino in silicone non verniciato, ed è di dimensioni contenute a misura di neonato con una chiusura che impedisce di sganciarsi. Daatrics sostiene, inoltre, che Neebo non emette alcuna radiazione elettromagnetica di alcun tipo perché “schermate” da appositi algoritmi. Il braccialetto, infine, è impermeabile (standard IP67) e in grado di rimanere sotto un metro d’acqua per 30 minuti e non è necessario toglierlo per il classico bagnetto. Neebo è disponibile nei colori perla, turchese, acqua e rosa ed è in vendita in preordine al prezzo promozionale di 49 dollari fino alla fine di marzo, quando inizieranno le prime spedizioni. Il prezzo definitivo sarà di 199 dollari.

Ti raccomandiamo