Nokia-AirScale-Base-Station Fonte foto: Nokia
TECH NEWS

Nokia punta sulle connessioni LTE 4.5G e 4.9G in attesa del 5G

Nokia ha introdotto la sua tecnologia AirScale per migliorare l'attuale connessione cellulare e porre le basi del futuro standard 5G atteso nel 2018

Nokia ha annunciato la sua tecnologia 4.9G e 4.5G Pro nel settembre 2016. Queste tecnologie serviranno – nell’ottica del colosso finlandese – per soddisfare le esigenze delle imprese e dei consumatori nell’attesa dell’arrivo della tecnologia cellulare di quinta generazione.

Le prime connessioni 5G dovrebbero arrivare nel 2018, in occasione delle Olimpiadi invernali in Corea del Sud. Queste, almeno, le previsioni di SK Telecom, il maggior operatore telefonico mobile del Paese asiatico intenzionato a diventare il primo al mondo a rilasciarle pubblicamente. Nokia, nel frattempo, propone due tecnologie per colmare il divario tra le capacità della rete attuale e lo standard 5G ancora in via di definizione. E lo fa con due tecnologie proprietarie AirScale: una potente antenna adattabile MIMO (acronimo di multiple-input multiple-output) per reti 4.9G e il Micro Remote Radio Head per i network 4.5G Pro.

Velocità di download 5 volte superiore al 4G LTE grazie al beamforming

La nuova AirScale massive MIMO Adaptive Antenna di Nokia utilizza il beamforming (tecnologia che sarà integrata anche nello standard 5G) per ottimizzare il segnale diretto ai singoli dispositivi. Ma cos’è questa tecnologia “beamforming”? Si tratta, in breve, la combinazione di segnali provenienti da una serie di piccole antenne non direzionali in grado di dare vita a un’antenna direzionale – molto più grande e potente – capace di “indirizzare” il segnale verso un punto preciso dell’area coperta (quello dove la concentrazione di smartphone e dispositivi cellulari è maggiore) ed evitando così che si disperda in altre direzioni. La tecnologia 4.9G di Nokia punta, quindi, a migliorare l’efficienza della rete, ridurre la latenza a meno di 10 millisecondi e ad aumentare la velocità. In questo modo, si dovrebbero avere velocità in download 5 volte superiori e 9 volte superiori rispetto a quelle registrate con il 4G LTELa tecnologia 4.5G Pro, invece, è pensata per gli operatori di rete che desiderano migliorare la qualità dell’attuale connessione soprattutto nelle grandi città.

Ti raccomandiamo