iOS-vs-Android Fonte foto: Flickr
HOW TO

Come passare da iOS ad Android senza perdere foto, contatti e dati

Se vi siete stufati del vostro iPhone, l’unica soluzione è passare ad Android. Ma non vi preoccupate, è meno traumatico di quanto possiate pensare

Chi teme di rimanere deluso da Android, si metta l’anima in pace. Entrambi i sistemi operativi hanno i loro pro e contro, ma la “creatura” di Google offre molte più opzioni di personalizzazione rispetto a iOS: un dettaglio che può rappresentare un vantaggio ma anche uno svantaggio.

Le differenze tra iOS e Android esistono ma si tratta, in entrambi i casi, di due sistemi operativi ormai rodati e affidabili. Chi è da sempre un utente Apple, ed è costretto a cambiare smartphone non per sua volontà – magari perché imposto dall’azienda per cui lavora – è ovvio che vedrà solo gli aspetti negativi. Nessuno ama le imposizioni. Altri, invece, che hanno deciso spontaneamente di passare dall’altra parte della “barricata” apprezzeranno molte caratteristiche uniche di Android come, per esempio, un livello di personalizzazione che il prodotto Apple non ha ancora raggiunto. Ecco come effettuare il passaggio da iOS ad Android non subendo alcun tipo di trauma.

Immagini e video

Google Photo Fonte foto: Redazione
Google Photo

Questa è probabilmente una delle operazioni più delicate, oltre che noiose, che si trova ad affrontare chi passa da un iPhone a un dispositivo Android. Non è detto che, pur essendo un utente iOS non abbiate già un account Google e, in questo caso, la strada è tutta in discesa. Se così non fosse, meglio provvedere subito: tutto ruota intorno a questo fatidico account Google. La questione relativa a foto e video è forse la più semplice da gestire. I file multimediali, come utente iOS, saranno sicuramente archiviati in iCloud e per trasferirli sul dispositivo Android è necessario usare Google Foto e sincronizzare il contenuto tra i due servizi. Altro metodo, forse più semplice, è installare Google Foto per iOS. Vi verrà chiesto, in fase di setup se volete effettuare il backup delle immagini archiviate nell’iPhone. Accettate l’offerta. Una volta terminato il caricamento delle immagini, potete scaricare sul vostro nuovo smartphone Android l’app Google Foto dal Play Store.

Contatti

La questione posta elettronica (e affini) è leggermente più complicata. Se già usate Gmail, sarà sufficiente configurare Android con il vostro account. Se, invece, così non fosse, ecco come procedere per migrare da iCloud a Google senza perdere i vostri dati. Andate in Impostazioni > Posta, contatti, calendari sull’iPhone e selezionate Account dove troverete la voce iCloud. Aprite iCloud e attivate Contatti. Vi verrà chiesto di unire i contatti del vostro dispositivo con iCloud. Per proseguire con questa operazione occorre un computer. Puntate il browser su icloud.com, eseguite l’accesso con il vostro ID Apple e fate clic su Contatti, selezionateli tutti con l’apposito comando e poi scegliete l’opzione Esporta vCard. Adesso andare su gmail.com con il vostro account, fate clic su Gmail in alto a sinistra e selezionate Contatti. Scegliete, quindi, Altro > Importa > Altri provider email, tra cui è presente Apple. Inserite il vostro Indirizzo email e la Password e fate clic su Accetto, provvediamo. Google vi avverte che sarà ShuttleCloud, una terza parte, a occuparsi dell’importazione dei contatti. È una procedura nuova che sostituisce l’esportazione del file vCard e il successivo caricamento in Gmail.

Posta elettronica

GmailFonte foto: Redazione
Gmail

Chi volesse, invece, importare anche i messaggi di posta elettronica Apple in Gmail, ecco come fare. Andate, in Gmail via computer, quindi scegliete Impostazioni > Account e impostazioni e fate clic sull’opzione Importa messaggi e contatti. Seguite, poi, la procedura che vi viene indicata per impostare le vecchie email in Gmail e al termine confermate l’operazione con un clic su Inizia importazione. I nuovi messaggi verranno inoltrati al vostro account Gmail per 30 giorni per darvi il tempo di avvertire i vostri contatti che avete cambiato indirizzo di posta.

Calendario

(Tratto da YouTube)

Operazione simile alla migrazione dei contatti per chi desidera non perdere i dati inseriti nel calendario Apple. Accedete via browser ad iCloud.com con il vostro ID Apple. Fate clic sul calendario che volete esportare: si aprirà una finestra. Copiate l’URL che appare e incollatelo in una nuova finestra del browser: modificate, però, webcal con http e premete invio per aprire l’URL. Il browser scaricherà il file con all’interno il vostro calendario – nel formato.ics – che rinominerete, per esempio, “miocalendario.ics“. Aprite, a questo punto, Google Calendar nel browser e, dal pannello di sinistra, selezionate Altri calendari > Importa. Selezionate il file del calendario Apple e importatelo. Al termine, tutti gli eventi inseriti in precedenza, dovrebbero comparire e sincronizzarsi con il vostro smartphone Android.

Musica

(Tratto da YouTube)

No, non ci siamo dimenticati della musica. Teoricamente potete lasciare i vostri brani su iTunes, ma se volete passare ad Android al 100% la soluzione è Google Play Musica. Visto che siete (stati) utenti iPhone, è scontato che abbiate installato sul computer iTunes. Bene: scaricate tutti i brani acquistati in locale. Al termine effettuate il download di Music Manager e lasciate che si occupi quest’applicazione di sincronizzare tutta la vostra musica da iPhone in Google Play Music, e quindi in Android. Avrete la possibilità di salvare fino a 50mila canzoni con la possibilità di ascoltarle da qualsiasi dispositivo: smartphone, tablet o computer non fa alcuna differenza.

Le applicazioni

Uno dei motivi che molto spesso rende gli utenti Apple dubbiosi se effettuare o meno il passaggio da iOS ad Android sono le applicazioni. Solitamente con il proprio smartphone si crea un rapporto viscerale, soprattutto se si tratta di un iPhone. Ognuno ha le proprie applicazioni preferite per controllare i risultati delle partite, per vedere gli orari di autobus e treni, per tenersi aggiornati con le notizie, e passare da un sistema operativo all’altro, può creare qualche problema. Ma non bisogna aver paura: il Google Play Store e l’App Store oramai si equivalgono. Tutte le applicazioni più importanti sono presenti in entrambi gli store e gli utenti potranno scaricare tranquillamente le loro app preferite. Anzi, solitamente sviluppare un’applicazione per Android è leggermente più semplice rispetto a crearne una per iOS e c’è una maggior probabilità di trovare un’app che risolva ogni vostro problema.

Come sincronizzare i dati delle applicazioni

Google Play GiochiFonte foto: Redazione
Google Play Giochi

Anche nel caso in cui una delle vostre applicazioni preferite è presente in entrambi gli store online, non è detto che possiate recuperare tutti i dati salvati sullo smartphone. La sincronizzazione delle informazioni sarà possibile solo nel caso in cui l’app richiedeva all’utente di iscriversi al servizio tramite il proprio account Google, o con Facebook Connect, il sistema che permette l’accesso ad alcune applicazioni tramite le credenziali del social network. Ad esempio, alcuni videogame richiedono all’utente di creare un account di gioco o di utilizzare le credenziali di Google Play Giochi o di Facebook. Se si sceglie la seconda opportunità, quando si effettuerà il passaggio da iOS ad Android, basterà sincronizzare l’account e si potrà ricominciare l’avventura dall’ultimo salvataggio.

I servizi made in Google

Infine, se non si riesce a trovare l’applicazione che sostituisce alla perfezione un servizio sviluppato solamente per iOS, non c’è bisogno di disperarsi, ancora non è detta l’ultima parola. Infatti, Big G negli anni ha sviluppato tantissimi servizi gratuiti che permettono agli utenti di lavorare ai propri documenti direttamente dallo smartphone o dal tablet (Google Drive, Google Docs) e di condividerli direttamente con i propri colleghi di lavoro. Se si avranno dei problemi nel passaggio da un ecosistema all’altro, basterà chiedere a Big G e si troverà una soluzione a tutto.

 

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo