GUIDE ALL’ ACQUISTO

I migliori droni da regalare a Natale 2016. La nostra selezione

Tra i dispositivi tecnologici dell’anno, i droni sono un ottimo regalo tecnologico per Natale 2016. Vediamo insieme quali sono i modelli migliori

Quando si pensa a un regalo tecnologico per Natale 2016 vengono subito in mente console, videogame, smartphone e fitness tracker. Sono in pochi quelli che prendono in considerazione i droni, i piccoli o grandi quadricotteri che negli ultimi anni svolazzano liberamente nel cielo delle nostre città.

In molti sono spaventati dal prezzo dei droni, pensando che il costo superi abbondantemente il migliaio di euro. Ma in realtà non è così: molti quadricotteri possono esseri acquistati ad un prezzo che non supera i quattrocento o cinquecento euro. I droni possono essere utilizzati sia per effettuare riprese, sia per scattare immagini, ma si rivelano molto utili anche per divertirsi durante il fine settimane insieme al proprio figlio. Infatti i modelli un po’ più piccoli possono essere utilizzati come droni giocattolo e diventare un ottimo regalo tecnologico di Natale 2016 per il proprio bambino.

Prima di acquistare un drone, però, bisogna assicurarsi che il quadricottero rispetti le normative italiane. Infatti, i droni con un peso superiore ai 300 grammi e che raggiungono una velocità di oltre sessanta chilometri orari necessitano di un patentino per poter essere telecomandati. Ma se avete scelto di acquistare un quadricottero di poche centinaia di euro, solitamente rispettano questi parametri. Se non sapere quale drone regalare a Natale, ecco la nostra guida all’acquisto. Per scoprire quali sono i migliori quadricotteri del momento non vi resta che sfogliare la fotogallery in alto.

Parrot Bebop 2

(Tratto da YouTube)

Parrot è una delle aziende leader nel settore dei droni grazie a diversi anni di esperienza che le hanno permesso di realizzare il Parrot Bebop 2, al momento uno dei migliori quadricotteri disponibili sul mercato. Se per Natale 2016 siete alla ricerca di un drone con un buon rapporto qualità-prezzo, il Parrot Bebop 2 ha funzionalità da top di gamma (permette di registrare video con una risoluzione 1080p e di scattare immagini ad alta definizione) a un prezzo ben al di sotto della media. Infatti, il quadricottero può essere acquistato a una cifra di circa 400 euro. Il drone raggiunge una velocità massima di 60 km/h in orizzontale e di 21 km/h in verticale, inoltre, assicura un’ottima stabilità anche in una giornata ventosa. Il Parrot Bebop 2 può essere controllato direttamente dallo smartphone tramite l’applicazione realizzata per Android e iOS. Grazie ai sensori come l’accelerometro basterà ruotare il device per poter manovrare il drone. Per facilitare l’atterraggio e il decollo, basterà premere un pulsante sullo schermo dello smartphone e il drone effettuerà le manovre autonomamente. Infine, durante le riprese è possibile attivare la modalità Follow Me: il drone seguirà il GPS dello smartphone dell’utente e riprenderà ogni singolo secondo della propria avventura. La funzionalità è molto utile soprattutto per coloro che utilizzano il quadricottero per riprendere le proprie discese in mountain bike. 

Archos Drone

Tra i droni low-cost, Archos Drone è uno dei dispositivi più interessanti. Oltre ad essere molto leggero e facile da trasportare, il quadricottero permette di registrare video in alta qualità (con una risoluzione 1280 x 720) e di trasmettere i filmati in diretta streaming sul proprio smartphone. Il drone può raggiungere un’altezza massima di circa 50 metri e una velocità di circa venticinque chilometri orari. Per gestire il drone in volo si potrà utilizzare il controller presente nella confezione. Archos Drone può essere acquistato per poco meno di 100 euro.

DJI Mavix Pro

Il prezzo non è alla portata di tutti, ma il DJI Mavix Pro è un drone amatoriale ma che per funzionalità e caratteristiche tecniche si avvicina tantissimo ai quadricotteri professionali. La telecamera montata sul velivolo permette di registrare video con una risoluzione 4K a 30fp o a 1080p a 120fps. Il sensore della fotocamera, grazie allo stabilizzatore, offre la possibilità di scattare le immagini perfette anche nelle situazioni più complicate. Il peso del DJI Mavix Pro non è eccessivo (poco meno di 800 grammi) e può essere ripiegato su sé stesso e portato comodamente in borsa. Inoltre, l’azienda ha sviluppato la tecnologia FlightAutonomy che permette al drone di evitare autonomamente gli ostacoli che incontra in volo grazie a un particolare sistema composto dal sensore GPS, rilevatori di campo ad ultrasuoni e a un sistema di navigazione Glonass. Nel caso in cui si perda il contatto visivo con il drone, non c’è bisogno di preoccuparsi: basterà premere un pulsante e tornerà automaticamente a casa. Se volete regalare per Natale 2016 un drone che duri nel tempo, il DJI Mavix Pro assicura almeno un paio di anni di funzionamento. Il quadricottero può essere acquistato sui principali siti di e-commerce a un prezzo di circa 1200 euro.

Hexo+

Quando fu lanciato su Kickstater Hexo+ raggiunse la quota prefissata di cinquantamila dollari in poco meno di un’ora e alla fine della campagna di crowdfounding la somma raccolta superò il milione di dollari. Il successo sé legato alle sue funzionalità: infatti è il primo velivolo a guida autonoma. L’utente non dovrà far altro che collegare il drone con il proprio smartphone attraverso il Bluetooth e il quadricottero seguirà il sensore GPS del device per tutta la durata della batteria (l’autonomia è di circa 13 minuti). Sia la fase di atterraggio, sia quella di decollo sono gestite automaticamente dal drone. Hexo+ raggiunge una velocità massima di 70 km/h e raggiunge un’altitudine di 4600 metri. L’unico problema è la mancanza di sensori che rilevano ostacoli presenti in aria. Il drone può essere acquistato per circa 600 euro sui principali siti di e-commerce online.

Goolsky Hubsan H501S X 4

Drone prodotto dall’azienda cinese Goolsky, l’Hubsan H501S è un ottimo quadricottero che permette di registrare filmati in alta definizione (1080p) grazie alla fotocamera montata nella parte inferiore. Ma il comparto fotografico non è l’unica caratteristica degna di nota. Il drone Hubsan H501S dispone di un sistema Return to Home quando se ne perde il controllo e integra la tecnologia Follow Me. Infatti, basterà collegare il quadricottero con il proprio smartphone e il drone seguirà il segnale GPS del device. Per gli appassionati, il drone può essere manovrato anche attraverso un radiocomando. L’autonomia della batteria è di circa 20 minuti. Il costo del drone Hubsan H501S è di circa 280 euro sui principali siti di e-commerce italiani.

Syma X5SW

Se per Natale 2016 si vuole regalare al proprio partner un drone ma il budget a disposizione non permette spese folli, una delle scelte migliori è il Syma X55W. Il quadricottero può essere acquistato per poco meno di settanta euro sui principali siti di e-commerce online e nonostante non abbia caratteristiche tecniche da top di gamma, riesce comunque a svolgere abbastanza egregiamente il suo lavoro. Il drone permettere di vedere in streaming sullo smartphone, tramite l’applicazione sviluppata appositamente per Android e iOS, le riprese della telecamera montata nella parte inferiore del velivolo. Purtroppo l’autonomia del drone è molto limitata e non supera i cinque minuti. Il Syma X55W può essere controllato tramite il radiocomando presente all’interno della confezione: la copertura del segnale è di circa 30-40 metri, ma tramite dei trucchi può essere ampliata.

DJI Phantom 3

DJI è una delle aziende leader del settore dei droni e se non si vuole spendere più di 1000 euro per il Mavic Pro è possibile scegliere tra i diversi modelli presentati negli ultimi anni. Uno dei quadricotteri da regalare a Natale 2016 è sicuramente il DJI Phantom 3 che permette di registrare filmati a una qualità di 2.7K (inferire alla risoluzione a 4K, ma comunque accettabile) e di scattare immagini ad alta definizione grazie al sensore fotografico di 12 megapixel. Tramite l’applicazione disponibile per smartphone e tablet è possibile controllare le statistiche di volo, impostare il punto di ritorno e scattare foto o dar avvio alla registrazione dei video. Può essere controllato tramite il radiocomando dato in dotazione. È un drone semi-professionale che può essere utilizzato per la creazione di video amatoriali di alta qualità. Il DJI Phantom 3 può essere acquistato per poco meno di 500 euro sui siti di e-commerce. 

Parrot AR.DRONE 2.0

(Tratto da YouTube)

Il Parrrot AR.DRONE 2.0 può essere definito il drone dei social: infatti, il quadricottero permette di mandare in diretta streaming le riprese su YouTube e di condividere il link sui propri profili social. I video sono registrati in alta definizione, mentre l’autonomia del quadricottero è di 12 minuti. Il drone può essere pilotato tramite l’applicazione disponibile per smartphone e tablet. Grazie all’app, inoltre, è possibile monitorare le proprie statistiche di volo e controllare se qualche altro appassionato di droni sta volando nelle vicinanze. Il Parrot AR.DRONE 2.0 può essere acquistato per una cifra di circa 200 euro.

Ti raccomandiamo