hacker-rypper Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Ecco Ripper.cc: il Trip Advisor per recensire i cyber criminali

Ripper è un portale, nato nell’estate del 2016 e interamente in inglese, dove gli hacker segnalano coloro che cercano di truffare gli stessi cyber-criminali

Se voi foste un hacker che servizio apprezzereste più di ogni altra cosa? Stando alle tendenze del mondo del cyber-crimine, gli hacker sono molto paranoici e non apprezzano di subire a loro volta delle truffe online. Per questo esistono siti come Ripper.cc, una sorta di Trip Advisor dove recensire i cyber criminali peggiori.

Ripper.cc, il Trip Advisor del cyber-crimine. Il deep web è pieno di hacker che si scambiano informazioni e dati. E se in passato siete stati vittime di un malware, è probabile che anche il vostro numero di conto, la vostra password o le credenziali della vostra email, si trovino in qualche trattativa tra cyber criminali. Il colmo per ogni hacker però è quello di subire una truffa a sua volta. Per questo è nato il sito Ripper.cc. Una piattaforma dove gli utenti possono segnalare i cyber criminali che hanno cercato di raggirare i loro stessi colleghi. E il fenomeno, al contrario di quanto si possa pensare, è molto diffuso. Ripper nel gergo degli hacker significato proprio truffatore.

La storia di Ripper.cc

Mani che digitano sulla tastieraFonte foto: Shutterstock
Clicca sull’immagine per accedere alla gallery con 5 consigli su come difendersi dagli hacker

Il sito per tenere a bada i “Ripper” è nato nell’estate del 2016 tramite un post su un forum di hacking chiamato Exploit.in. Al momento il sito contiene oltre 1200 profili di possibili truffatori. E tra questi c’è anche Tessa88, un hacker diventato famoso l’anno scorso per aver violato diversi database di grandi banche internazionali. Oltre che aver hackerato molti profili di utenti Facebook e LinkedIn. Non si tratta comunque di una novità assoluta, un servizio simile in passato è stato offerto dal portale russo Kidala. Ma Ripper.cc sta cercando di essere il più trasparente possibile tanto che il codice sorgente dei plug-in è stato inserito su GitHub. Anche se in molti hanno allungato diversi dubbi sul sito. A conferma della paranoia diffusa nel mondo del cyber-crimine. Per molti tutte le recensioni, o quasi, non sono altro che un falso per screditare alcuni hacker a favore di altri.

Premi sull'immagine per scoprire come difendere il computer dai virusFonte foto: Shutterstock
Premi sull’immagine per scoprire come difendere il computer dai virus

Come difendersi dagli attacchi hacker

Cliccando sui link che seguono, invece, potrete scoprire  suggerimenti, alcuni più tecnici altri più alla portata di tutti, riguardanti la sicurezza informatica e scoprire le tipologie di attacchi più comuni: dagli attacchi DDoS al phishing, passando per le botnet.

Ti raccomandiamo