TECH NEWS

Salute in pericolo: i consigli da seguire quando si usa il telefono

L’uso prolungato di smartphone e computer portatili mette in pericolo la salute degli utenti: collo, occhi e schiena le parti più colpite

Vengono definite patologie 2.0. Stiamo parlando di tutte quelle malattie causate da smartphone, tablet e personal computer. Il mondo del lavoro ci obbliga sempre di più a utilizzare dispositivi tecnologici per restare collegati con ogni parte del mondo, ogni singolo minuto della nostra vita.

Ogni settimana passiamo almeno tra le cinquanta e le sessanta ore davanti a uno schermo. Nella maggior parte dei casi nemmeno ce ne accorgiamo, ma ci isoliamo dal resto del mondo puntando gli occhi sul nostro smartphone o tablet. Un isolamento che non fa altro che peggiorare il rapporto con i nostri migliori amici e con i colleghi di lavoro. Ma i dispositivi non hanno peggiorato solamente i legami tra le persone, ma molto spesso sono la causa principale dell’insorgere di malattie abbastanza dolorose. Quelle che all’inizio dell’articolo abbiamo definito patologie 2.0.

Mal di collo, affaticamento e annebbiamento della vista, cervicale, infiammazione della schiena, cali di concentrazione, tunnel carpale e scarsa qualità del riposo. Questo è un piccolo elenco di tutte le malattie che un utilizzo prolungato del computer può generare. Presentati come dei veri e propri salvatori della patria che avrebbero semplificato il lavoro delle persone, computer, smartphone e tablet si sono rivelati dannosi per la salute delle persone, soprattutto per coloro che fissano uno schermo per 12,13 ore al giorno. Un uso così prolungato dei dispositivi non solo provoca uno stress notevole, ma fa diminuire la concentrazione e peggiora le capacità intellettive. Ecco alcuni consigli su come combattere le malattie provocate dall’uso prolungato di smartphone, tablet e notebook.

Problemi alla schiena e alle mani

Lavorare più di quattro ore al giorno davanti un personal computer provoca gravi problemi alle articolazioni e un’infiammazione alla schiena difficile da curare. Nella maggior parte dei casi i problemi alla schiena sono causati dalla scorretta posizione che assumiamo davanti al computer o mentre stiamo utilizzando lo smartphone. Avere il collo perennemente abbassato non fa altro che caricare il peso del corpo sulla parte superiore della schiena con conseguenze che potrebbero portare anche all’insorgere di patologie come l’ernia del disco o la scoliosi.  

Altra parte del corpo che soffre l’uso prolungato del computer sono le mani. Pigiare in continuazione la tastiera può portare all’infiammazione dei tendini o, molto più probabilmente, al tunnel carpale.

È possibile prevenire le infiammazioni della schiena e dei tendini delle mani utilizzando degli strumenti sviluppati appositamente. Ad esempio si può utilizzare un supporto per il notebook che alzi il dispositivo e ci permette di distribuire meglio il peso del nostro corpo. Per quanto riguarda le articolazioni delle mani, invece, si può acquistare una tastiera e un mouse ergonomico.

Gli smartphone fanno diminuire la nostra capacità di concentrazione

Una delle caratteristiche dei dispositivi tecnologici è la possibilità di effettuare più cose contemporaneamente. Grazie al mutitasking è possibile rispondere a una e-mail, mentre si sta ascoltando la musica o si sta parlando con un proprio amico. Alcuni studi scientifici, però, hanno dimostrato che il cervello dell’essere umano non è multitasking e riesce a processare solamente una cosa per volta. Fare due o più cose contemporaneamente influisce negativamente sulla capacità delle persona di memorizzare le informazioni. Non solo i compiti vengono realizzati in maniera peggiore, ma la persona non riesce nemmeno a ricordare cosa ha fatto.

Altro fattore che influisce negativamente sulla capacità di concentrazione dell’utente è l’utilizzo prolungato dei device durante la notte. È stato provato scientificamente che le luci blu dei display non permettono lo sviluppo della melatonina, fondamentale nella qualità del sonno di una persona. Un quantitativo minore di melatonina prodotta, causa una perdita di ore di sonno e può portare all’insorgere di patologie come il diabete, la depressione e l’obesità.

Sembrerà banale dirlo, ma l’unico modo per prevenire queste malattie è diminuire il numero di ore che passiamo davanti ai computer. Due ore di riposo al giorno possono fare la differenza: andare al parco a fare una passeggiata o rilassarsi svolgendo il proprio hobby preferito permettono di diminuire lo stress e migliorare la qualità della propria vita.

Ti raccomandiamo