lenti
TECH NEWS

Nuovi schermi Lumus: il 2017 sarà l’anno della realtà aumentata?

L’azienda ha presentato al Consumer Electronic Show di Las Vegas due nuove lenti AR, una pensata per gamer, sportivi e sviluppatori e l’altra per le azioni quotidiane

9 Gennaio 2017 - Il 2016 ha fatto crescere nei consumatori la passione per la realtà virtuale. La VR sta diventando un aspetto sempre più comune. Il 2017 però è iniziato con la ribalta della realtà aumentata come ha confermato al Consumer Electronic Show di Las Vegas l’azienda Lumus, specializzata in questo settore.

Lumus e i suoi schermi AR. A Las Vegas Lumus ha presentato due schermi per la realtà aumentata. Un lavoro frutto di oltre 45 milioni di dollari d’investimento. Il primo schermo è chiamato Maximus. Con una visuale a 55 gradi è la lente AR più grande mai creata dall’azienda. Va ricordato che sono lenti che si usano a occhio singolo e quindi non vanno confuse con la tecnologia VR pensata per la vista binoculare. La lente Maximus è stata progettata per una fascia alta di mercato. Per gamer professionisti, atleti di sport estremi o sviluppatori. Può essere usata anche in combinazione con occhiali o altri strumenti per la vista.

La lente AR Sleek per l’uso quotidiano

(Tratto da YouTube)

L’altra lente per la realtà aumentata presentata da Lumus a Las Vegas è chiamata Sleek. È la versione sobria di Maximus, pensata per l’uso comune e per una fascia di mercato inferiore. Lumus al CES ha mostrato come l’uso di queste lenti AR aiuterà in futuro sia lo svolgimento di operazioni molto difficili come quelle più banali e di routine. “Crediamo che il mercato sia pronto per occhiali, lenti e soluzioni per la realtà aumentata – ha dichiarato il CEO di Lumus, Ben Weinberger – e già dal prossimo anno siamo convinti che la gente inizierà ad usare in maniera abituale queste soluzioni. Un po’ come ora avviene con la realtà virtuale”.

Ti raccomandiamo