smartphone-rotto Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Smartphone, inventato lo schermo che si ripara da solo

Sarà possibile riparare lo schermo degli smartphone grazie a un materiale trasparente e autoriparante che può essere attivato elettricamente

Il timore più grande per chi compra un nuovo smartphone è di rompere o danneggiare il display, soprattutto considerando i costi di sostituzione molto alti. In futuro però gli schermi dei telefonini potrebbero essere realizzati da un materiale in grado di ripararsi da solo.

Il merito di questa scoperta va a un gruppo di scienziati americani del dipartimento di chimica della University of California. I ricercatori hanno creato un composto trasparente, elastico e soprattutto capace di aggiustare in automatico graffi e crepe sui display. Ideale, quindi, per essere utilizzato per realizzare gli schermi degli smartphone. L’idea comunque non è un’assoluta novità. Da anni, infatti, numerose aziende hi-tech, tra cui LG, lavorano a soluzioni del genere. I materiali autoriparanti del passato però non erano conduttivi, vale a dire non potevano essere attivati elettricamente. Tradotto significa che era impossibile utilizzarli sugli smartphone. Il composto creato dai chimici americani invece lo è.

Si aggiusta da solo in 24 ore

Secondo quanto sostengono gli scienziati che hanno sviluppato il materiale, il composto si ripara da solo lasciandolo “riposare” per 24 ore a temperatura ambiente. Realizzato attraverso l’utilizzo di speciali polimeri, la sostanza autoriparante in realtà potrà essere impiegata, stando allo studio americano, non solo per realizzare gli schermi degli smartphone, ma anche in molti altri dispositivi elettronici e meccanici. I ricercatori infatti affermano che il materiale potrà essere utilizzato per riparare le batterie, oppure i “muscoli” dei robot. Quest’ultimo esempio è interessante in quanto il composto agirebbe come la pelle umana quando si rimargina da una ferita. E il funzionamento del materiale è più o meno simile.

Il materiale autoriparante ha anche altri vantaggi: è resistente e costa poco. A questo punto resta solo una domanda da farsi: arriverà presto? I ricercatori americani prevedono il suo approdo sul mercato in meno di tre anni. Fino ad allora dovrete quindi ancora fare attenzione a non rompere il display dello smartphone. Un consiglio: comprate una buona cover.

Ti raccomandiamo