hacker-smartphone-android Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Ricerca Kaspersky Lab: il mondo mobile è nella morsa degli hacker

Lo studio sui malware mobile del 2016 da parte di Kaspersky Lab è allarmante, in molti Paesi il 40% degli utenti di smartphone è a rischio

Il mondo mobile è sempre più insicuro. A dirlo sono i ricercatori sulla sicurezza informatica di Kaspersky Lab. La società ha dichiarato di aver protetto 4 milioni di utenti Android nell’ultimo anno. E ha registrato, nello stesso periodo, oltre 40 milioni di attacchi di cyber criminali verso gli smartphone.

Il rapporto Mobile Malware Evolution 2016 edito da Kaspersky Lab e incentrato su oltre 230 Paesi in tutto il mondo lancia un chiaro segnale d’allarme: il mondo mobile è troppo insicuro per gli utenti. Mai come negli ultimi mesi i consumatori hanno rischiato di perdere dati sensibili o di veder violata la propria privacy in seguito a un attacco hacker allo smartphone. Il numero di malware mobile registrato nel 2016 dalla società per la sicurezza informatica è di tre volte superiore rispetto alle stesse statistiche del 2015. Inoltre i virus sono in continua evoluzione e gli sviluppatori non fanno abbastanza per proteggere app e dispositivi.

I Paesi più colpiti

Se si vuole scoprire come mettere al sicuro il proprio smartphone Android da malware e hacker, cliccate sull'immagineFonte foto: Shutterstock
Se si vuole scoprire come mettere al sicuro il proprio smartphone Android da malware e hacker, cliccate sull’immagine

Il Paese dove il mondo mobile è più a rischio, stando ai numeri Kaspersky, è il Bangladesh. Seguito da Iran, Nepal, Cina e Indonesia. In queste nazione oltre il 40% degli utenti mobile ha subito un attacco negli ultimi 12 mesi. Un numero impressionante. Nella morsa dei cyber criminali anche i consumatori di Algeria, Nigeria, Filippine, India e Uzbekistan.

Malware più diffusi

Per Kaspersky Lab il malware mobile più diffuso nel 2016 è stato RiskTool, seguito da AdWare. Completano la “top 5” Trojan-SMS, Trojan-Dropper e Trojan. Kaspersky ha inoltre rilevato quasi 129.000 Trojan ai danni di conti bancari, così come oltre 261.000 Trojan ransomware. Questi virus hanno capacità quasi illimitate: possono segretamente installare altre applicazioni pubblicitarie, mostrare annunci, scaricare software di terze parti, e possono anche acquistare applicazioni sul Google Play Store. A rischio anche il mondo delle app, specie quelle con backdoor preinstallate per rubare i dati degli utenti. Una delle più famose è sicuramente Guide for Pokemon Go New, applicazione scaricata oltre mezzo milione di volte dagli utenti. Solo a novembre Kaspersky ha individuato 50 applicazioni maligne sullo Store Android.

Ransomware, la grande minaccia

Una delle più grandi minacce del mondo mobile, così come per quello dei computer, sono stati i ransomware, il virus del ricatto. I ransomware mobile si stanno diffondendo a macchia d’olio. Ransom.AndroidOS.Fusob è stato il più popolare per dispositivi mobili nel 2016, e ha attaccato soprattutto gli utenti di Germania, Stati Uniti e Regno Unito. Il riscatto richiesto solitamente va dai 100 ai 200 euro, per sbloccare un dispositivo. Il pagamento viene  richiesto o tramite carte prepagate o con BitCoin.

Come difendersi dagli attacchi hacker

Cliccando sui link che seguono, invece, potrete scoprire  suggerimenti, alcuni più tecnici altri più alla portata di tutti, riguardanti la sicurezza informatica e scoprire le tipologie di attacchi più comuni: dagli attacchi DDoS al phishing, passando per le botnet.

Ti raccomandiamo