pexels sony Fonte foto: Pexels
TECH NEWS

Sony segue le orme di Nintendo e approda nel mercato gaming mobile

Resi noti i titoli dei 10 giochi che l’azienda del Sol Levante intende lanciare anche su smartphone e tablet. Si parte nel 2017 con il Giappone

Se ne parla da tempo. Ora arriva qualche dettaglio in più. Saranno sei i giochi per dispositivi mobili che Sony lancerà nel 2017. Il colosso giapponese starebbe lavorando anche su altri quattro videogame che saranno presentati con molta probabilità nel 2018.

La sfida tra console sbarca dunque anche su tablet e smartphone. Secondo le ultime indiscrezioni, inizialmente i giochi saranno disponibili solo in Giappone. Successivamente l’azienda nipponica punterà a lanciarli anche negli altri paesi asiatici, mentre al momento non ci sono notizie riguardo al mercato occidentale. I 10 giochi che Sony intende inserire negli store di Google e Apple si ispirano ad alcuni tra i più popolari videogame per console, tra cui troviamo Arc The Lad Wild Arms e PaRappa the Rapper. A sorpresa scompaiono dalla lista Ape Escape e ICO, che fino a qualche settimana fa erano dati per “favoriti”.

Guerra a Nintendo

Sony è quindi pronta a dichiarare guerra a Nintendo. Un compito arduo, considerando il successo inaspettato che l’altra società nipponica è riuscita ad ottenere con Pokemon Go, Miitomo e dal 15 dicembre anche con Super Mario Run. Il progetto di entrare nel mercato del gaming mobile è cominciato lo scorso aprile, quando Sony Interactive Entertainment ha creato ForwardWorks, una succursale a cui l’azienda giapponese ha affidato il compito di portare alcuni tra i più apprezzati giochi per console anche sui dispositivi mobili. Sony aveva detto che avrebbe aperto le porte anche ad aziende esterne e così, infatti, è stato. ForwardWorks sarà affiancata da Square Enix, un’azienda con sede a Tokyo e specializzata nella produzione di giochi di ruolo (Final Fantasy).

Entrando nel settore del mobile gaming, Sony punta da un lato ad estendere il suo mercato, raggiungendo quell’ampia fetta di gamers che in Giappone negli ultimi anni è cresciuta a ritmi vertiginosi, dall’altro spera di attirare una parte di quest’audience anche sulla PlayStation.

Ti raccomandiamo