stampante 3D Fonte foto: shutterstock
PMI E INDUSTRIA 4.0

Con le stampanti 3D l'industria sarà più "green" ed ecologica

Secondo diversi esperti questa nuova tecnologia cambierà in maniera “green” la fabbricazione di diversi prodotti nei prossimi anni, anche se non mancano i dubbi

E se le stampanti 3D rivoluzionassero in maniera “green” l’industria? Sì, perché questa nuova tecnologia sta diventando sempre più accessibile, meno costosa e permette di lavorare con tantissimi materiali. Ma soprattutto stando a diversi esperti del settore, come John Hornick, è il sistema più ecologico.

Ci sono una serie di validi motivi per credere che le stampanti 3D porteranno a una rivoluzione industriale ecologica. John Hornick ne elenca alcuni nella sua pubblicazione “3D Printing Will Rock the World”. Hornick parte considerando il risparmio di materiale. Le stampanti 3D usano solo la quantità necessaria a realizzare un pezzo finale e non hanno elementi di scarto, a differenza della maggior parte dei macchinari ora utilizzati nella grande industria. Inoltre, utilizzando un solo macchinario si risparmio tempo, denaro e soprattutto si inquina di meno.

Risparmio energetico

Hornick spiega che le stampanti 3D sono progettate per risparmiare materiale da utilizzare. Questo abbassa i costi e riduce anche gli sprechi energetici necessari nella fabbricazione dei prodotti. Inoltre, le stampanti 3D diminuiranno anche le emissioni di CO2. Non ci sarà più bisogno di trasportare il prodotto finito, si potrà produrlo in loco direttamente con la stampante. Questo diminuirà i costi per i magazzini, la manutenzione e soprattutto per il carburante del trasporto merci.

Non mancano i dubbi

Non sono solo rose e fiori. E qualcuno sottolinea alcuni aspetti delle stampanti 3D che possono avere un terribile impatto sull’ambiente. Per esempio l’uso dei laser consuma moltissima energia rispetto a una fresatrice normale. Ma secondo Hornick questo non è un grosso problema dato che i laser svolgono il lavoro di diversi macchinari in una sola volta. . Inoltre ci sono le emissioni prodotte dalle stampanti 3D: non sarà un grosso problema nelle industrie, ma nelle case e nei piccoli uffici sarà necessaria una legge per regolamentarle. E questo potrebbe essere un ostacolo per la loro larga diffusione.

Ti raccomandiamo