dna Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Test DNA economico, dagli Stati Uniti il chip che costa un centesimo

Sviluppato da un gruppo di ricerca di Stanford, per realizzare il laboratorio in miniatura basteranno solo 20 minuti e una stampante a getto di inchiostro

Medicina e tecnologia: due facce della stessa medaglia che ultimamente stanno facendo passi da gigante per migliorare gli strumenti di diagnosi e soprattutto per renderli accessibili a tutti. Come dimostra l’ultimo dispositivo sviluppato: un chip da un centesimo che permette di fare test sul DNA

Il device è stato realizzato grazie allo studio condotto dai ricercatori del Centro di tecnologia genomica di Stanford. Gli scienziati, guidati da Ron Davis, sono riusciti a ideare un device dalle piccole dimensioni in grado di mappare ed effettuare dei test sul DNA. La particolarità di questo chip è la sua praticità: il laboratorio in miniatura può essere realizzato semplicemente attraverso una stampante a getto di inchiostro. Una vera rivoluzione che in futuro potrebbe aiutare i medici ad avere diagnosi veloci e senza utilizzare le costose e non sempre disponibili strumentazioni presenti in un normale laboratorio.

Un chip per il DNA realizzato in 20 minuti

Il chip realizzato a StanfordFonte foto: Stanford
Il chip realizzato a Stanford

Grazie all’utilizzo delle migliori tecnologie messe a disposizione dalla scienza è stato possibile sviluppare un chip dal costo di produzione minimo. Infatti, con pochi spiccioli – in questo caso un centesimo – sarà dunque possibile fare numerosi test e mappare il DNA. Per realizzare il nuovo chip basterà una stampante a getto d’inchiostro e in venti minuti il dispositivo medico sarà pronto e puo’ essere impiegato per una grande varieta’ di test differenti e per analisi che normalmente richiedono strumentazioni da centinaia di migliaia di euro. Il nuovo chip, assicurano gli autori, promette di rivoluzionare la medicina e la ricerca scientifica.

Cosa sono i Lab on Chip

Non è la prima volta che tecnologia e medicina si impegnano per la realizzazione di questa tipologia di dispositivi, sempre più piccoli ed efficienti. Alcune settimane fa infatti, un gruppo di ricerca dell’Università di Stoccolma ha creato un device per smartphone in grado di leggere la struttura del DNA, mentre l’Università State di Washington ha sviluppato un gadget per iPhone capace di individuare con precisione alcuni dei tumori più aggressivi. Un altro gruppo di ricerca invece è riuscito ad ideare una cover che legge la mutazione genetica del DNA. L’obiettivo di questi piccoli Lab on Chip è quello di creare dei laboratori tascabili e disponibili per chiunque, soprattutto per le zone povere dove avere una diagnosi immediata può salvare molte vite.

Ti raccomandiamo