cisco-traffico-dati-mobile-previsioni Fonte foto: Pixabay
TECH NEWS

Il traffico dati mobile aumenterà di 7 volte entro cinque anni

Il traffico dati tramite dispositivi mobili dovrebbe rappresentare il 20% del traffico IP totale entro il 2021 partendo dal dall'8% del 2016

10 Febbraio 2017 - Secondo le recenti stime fornite da Cisco nel suo report Visual Networking Index (VNI) Global Mobile Data Traffic Forecast, il traffico mobile aumenterà di 7 volte. Un incremento che rispecchia la continua crescita del numero di utenti di telefonia mobile, del video mobile, delle reti 4G e dell’Internet of Things.

Il traffico dati globale, inoltre, raggiungerà i 49 Exabyte al mese, o 587 Exabyte all’anno, entro il 2021: un trend annuale che equivale a 131 miliardi di immagini o 13 miliardi di clip di YouTube. Si tratta di 122 volte il totale del traffico mobile generato nel 2011. Il Medio Oriente e l’Africa sono proiettati verso una crescita di 12 volte, mentre la regione Asia-Pacifico vedrà un aumento di sette volte. Le stime per l’America Latina, l’Europa (Occidentale, Centrale ed Orientale) parlano di un incremento di sei volte, mentre il Nord America di 5 volte. Il rapporto puntualizza che la crescita è trainata dai video su dispositivi mobili che entro il 2021 rappresenterà il 78% di tutto il traffico. Il live video dovrebbe crescere di 39 volte tra il 2016 e il 2021 e inciderà per il 5% sull’intero traffico mobile video entro il 2021.

Più utenti, più mobile, più velocità

Il report stilato da Cisco continua a fornire informazioni ancora più dettagliate. Gli utenti mobile saranno 5,5 miliardi nel 2021 (rispetto ai 4,9 miliardi del 2016), i dispositivi portatili passeranno dagli 8 miliardi dello scorso anno a quasi 12 miliardi nel 2021, mentre la velocità di connessione della telefonia mobile arriverà a 20,4 Mbps nel 2021 contro i 6,8 Mbps nel 2016.

Smartphone i preferiti

Il numero totale di telefonini (tra cui phablet) inciderà per oltre il 50% sul totale dei dispositivi globali in circolazione e delle connessioni (6,2 miliardi), cifra che sfiorava i 3,6 miliardi nel 2016. I collegamenti Machine-to-machine (M2M) rappresenteranno il 29% (3,3 miliardi) del totale delle connessioni mobili rispetto al 5% (780 milioni) fatto registrare l’anno scorso. Il M2M sarà il tipo di collegamento con la crescita cellulare più rapida grazie alle applicazioni dell’Internet of Things.

Visori e wearable in prima linea

Ma non è finita qui. Il numero di visori per la realtà virtuale crescerà dai 18 milioni dell’anno scorso ai quasi 100 milioni entro il 2021. Ci saranno 929 milioni di dispositivi indossabili a livello mondiale entro il 2021, con una crescita di quasi tre volte rispetto ai 325 milioni del 2016. Il numero di dispositivi indossabili con connessione cellulare integrata dovrebbe raggiungere i 69 milioni worldwide entro il 2021 contro gli appena 11 milioni dell’anno scorso. Il 4G arriverà al 58% del totale delle connessioni mobili entro il 2021 – partendo dal 26% del 2016 – e arriverà a garantire il 79% del traffico totale dei dati mobile. Il 5G, infine, peserà solo per il 1,5% sul totale del traffico dei dati mobile entro il 2021, ma genererà 4,7 volte più traffico rispetto alla connessione media offerta dal 4G.

Ti raccomandiamo