uber Fonte foto: Uber
TECH NEWS

Uber al lavoro per produrre i taxi volanti. Scadenza fissata al 2020

I veicoli elettrici che la società ha in mente di realizzare saranno piccoli, leggeri ed ecologici e saranno in grado di decollare e atterrare verticalmente

7 Febbraio 2017 - Uber è pronto a diventare un gigante dei cieli. Dopo aver rivoluzionato il settore dei trasporti su strada, l’azienda l’americana si lancia in una nuova e ambiziosa iniziativa: realizzare una flotta di taxi elettrici e soprattutto volanti.

L’idea della startup è abbastanza semplice, almeno in teoria: sviluppare dei velivoli che saranno in grado di decollare e atterrare verticalmente. L’obiettivo del sorprendente progetto è quello ridurre i tempi di spostamento all’interno delle città e di migliorare la viabilità, normalmente congestionata dal traffico. E non solo. Secondo il documento con cui Uber annuncia e descrive l’iniziativa, le macchine volanti potranno essere usate anche per muoversi da una città all’altra. Siamo dunque molto vicini dal vedere realizzato un veicolo di trasporto che per adesso abbiamo solo visto nei film? L’azienda americana stima che ci vorranno 5 anni.

Uber Elavate ridurrà costi e emissioni

Secondo i piani, Uber non costruirà direttamente la flotta di taxi voltanti, ma si unirà probabilmente con altri partner, già impegnati da anni nella progettazione di questi veicoli. È molto probabile che la startup curerà soprattutto l’aspetto legato all’organizzazione del network. Stando a quanto sostiene Uber, Elevate, questo il nome del progetto, avrà numerosi vantaggi. Permetterà non solo di alleviare le città dal traffico, ma anche di ridurre sensibilmente le emissioni. I veicoli che Uber ha in mente di sviluppare saranno, come detto, elettrici. Ci saranno anche dei benefici economici. Rispetto infatti alla costruzione e manutenzione di strade, tunnel e ferrovie, le infrastrutture delle macchine volanti avranno un costo minore.

Come funzioneranno i taxi volanti di Uber

L’idea di Uber è, quindi, quella di creare un network di taxi volanti che, al prezzo di una normale corsa, consentiranno agli utenti di muoversi da una parte all’altra della città. I veicoli elettrici che la società ha in mente di realizzare saranno piccoli, leggeri ed ecologici. Uber Elevate intende impiegare i cosiddetti VTOL (acronimo di Vertical Take-off and Landing), ovvero dei velivoli che decollano e atterrano verticalmente. Ci sono però dei problemi legati all’aspetto normativo. Secondo le previsioni, nel giro di qualche anno infatti le vetture elettriche di tipo VTOL non saranno più soltanto un sogno. La società americana dovrà trovare un modo quindi per convincere i vari governi a dare il via libera al suo progetto. Ci riuscirà?

Anche Airbus ha investito nel settore dei taxi volati. Premi sull'immagine per scoprire cosa è il progetto VahanaFonte foto: Airbus
Anche Airbus ha investito nel settore dei taxi volati. Premi sull’immagine per scoprire cosa è il progetto Vahana

 

Ti raccomandiamo