dispositivi-apple Fonte foto: Pixabay
TECH NEWS

Nessun problema per i chip a 10 nanometri: iPhone 8 ancora in pista

Il principale fornitore di Apple smentisce i rumors circolati in precedenza e conferma che la produzione dei chip proseguirà secondo i piani

Nessun problema, il lancio dei prossimi dispositivi Apple non verrà rimandato. Secondo le ultime indiscrezioni, l’azienda californiana avrebbe già ordinato i chip necessari per la produzione dei nuovi iPad e dell’iPhone 8, il nuovo top di gamma di Cupertino.

A confermare la notizia è stato il principale fornitore di Apple, Taiwan Semiconductor Manufacturing Co, il quale smentisce i rumors circolati di recente. Secondo questi presunti leaks, l’azienda taiwanese avrebbe avuto dei problemi a produrre un numero sufficiente dei chip usati nei futuri iPad e iPhone. Ora dunque arriva il dietro front. Elizabeth Sun, senior director del Corporate Communications di TSMC, ha infatti affermato che la produzione di massa del chip che usa il processo produttivo a 10 nanometri seguirà normalmente e che il dispositivo verrà messo in vendita a inizio 2017.

Un problema che non riguarda solo Apple

Gli amanti di Apple possono, quindi, tirare un sospiro di sollievo: il lancio dell’iPhone 8 è salvo. Cupertino dovrebbe, infatti, presentare il prossimo top di gamma a settembre 2017 insieme ad altri due dispositivi: l’iPhone 7S e l’iPhone 7S Plus. La tecnologia 10 nm di TSMC verrà usata da Apple per la produzione del chip A10X Fusion, che sarà integrato sui nuovi iPad, e del processore A11, che sarà invece utilizzato sull’iPhone 8. Apple, però, non è la sola ad affidarsi a TSMC. L’azienda taiwanese rifornisce infatti anche altre società hi-tech. Huawei, ad esempio, userà la tecnica di TSMC per la produzione del suo processore Kirin 970.

Rendering iPhone 8Fonte foto: BeHance
Rendering dell’iPhone 8 senza tasto Home. Cliccando sulla foto potrai visualizzare tutte le novità iPhone 8 rivelate sinora

Ti raccomandiamo