vertigo-cover-bg Fonte foto: Vertigo
APP

Vertigo, l'app per ascoltare la musica con gli amici a distanza

Disponibile al momento solo su iOS, Vertigo è una piattaforma musicale che consente di sentire un brano in tempo reale con altre persone

20 Gennaio 2017 - Uno dei principali modi per ascoltare una canzone a distanza e contemporaneamente con qualcuno è prendere il telefono e chiamare. Ne sanno qualcosa i più romantici. Ora grazie all’idea di un gruppo di ragazzi potrebbe bastare semplicemente un’applicazione.

La nuova app si chiama Vertigo e ha una caratteristica unica: permette agli utenti di sentire un brano musicale contemporaneamente con amici e parenti. E non solo, perché il software consente anche di condividere l’esperienza con perfetti sconosciuti. Per la prima volta, nonostante i numerosi e fallimentari tentativi, qualcuno è riuscito a creare quella che sembra essere una vera e propria piattaforma social musicale. E come i migliori programmi di messaggistica, Vertigo concede anche la possibilità di commentare i live musicali. Gli utenti infatti possono chattare con la persona con cui si sta condividendo la canzone. Insomma a questa innovativa app non manca nulla.

Come funziona Vertigo

(Tratto da YouTube)

L’essenza della piattaforma musicale è dunque la condivisione in tempo reale dei brani musicali, beat by beat come direbbero gli anglosassoni. Ma come funziona Vertigo? Per prima cosa, per vivere queste esperienze sonore con amici e parenti (e anche sconosciuti), è necessario essere un utente Apple. L’applicazione al momento è disponibile infatti solo su iOS e non ci sono indicazioni se arriverà anche su Android. Una volta scaricato il programma dall’App Store, bisogna creare un account: si può usare il proprio indirizzo di posta elettronica oppure i profili di Facebook e Twitter. Gli utenti possono scegliere se seguire gli altri membri della community oppure invitare i propri amici.

La condivisione dei brani grazie a Spotify

La caratteristica più importante di Vertigo è Spotify. Senza la piattaforma per lo streaming musicale non sarebbe infatti possibile (dal punto di vista soprattutto legale) ascoltare in tempo reale un brano musicale con un’altra persona. Agli utenti infatti è chiesto, dopo aver creato il profilo, di collegare all’app l’account Premium di Spotify.

Ti raccomandiamo