TECH NEWS

Vuoi sapere tra quanto morirai? Te lo dicono i big data

Un progetto che vede la collaborazione dell’Università di Cambridge e di Ubisoft che ha sviluppato Watch Dogs 2 è capace di prevedere a quanti anni morirai

Il futuro è nei big data. Non è una di quelle classiche frase fatte che si ascoltano durante i convegni per spaventare le persone sulle capacità predittive dei dati, ma un assunto oramai dato per assodato. Sebbene siano un fenomeno ancora in espansione, i big data sono utilizzati in diversi campi, dall’industria allo sport, per migliorare le performance delle aziende.

Ogni giorno produciamo oltre 5 miliardi di gigabyte di dati, informazioni che finiscono per essere immagazzinate all’interno dei server delle aziende che li utilizzano per migliorare i servizi offerti, rendendoli sempre più a misura d’utente. Al momento, i social network sono la più grande fonte di dati presente sulla Rete, ogni singolo Mi Piace, ogni singolo retweet viene usato per capire le abitudini degli utenti e predire le loro mosse future. Vi potrà sembrare strano, ma i big data sono molto più importanti di quello che sembra e nel prossimo futuro assumeranno un ruolo sempre più decisivo per le scelte di Governi e istituzioni mondiali.

Dimmi chi sei, ti dirò quando morirai

Per lanciare Watch Dogs 2, videogame che parla del mondo degli hacker, la software house francocanadese Ubisoft ha pensato bene di lanciare un sito internet che, sfruttando i dati demografici della popolazione mondiale, è capace di predire l’età in cui una persona morirà. E non lo fa dando numeri a casa, ma utilizzando tutti i dati che ha raccolti da una ricerca portato avanti dall’Università di Cambridge. Il progetto realizzato da Ubisoft, infatti, vede la partecipazione dell’Università britannica che, attraverso il suo centro di psicometria, ha sviluppato un algoritmo in grado di effettuare oltre 60 previsioni sulla vita di una persona. La ricerca portata avanti dell’Università inglese ha visto la partecipazione di oltre sei milioni di persone che hanno “donato” parte delle loro informazioni affinché il progetto andasse a buon fine.

Come funziona Predictive World

(Tratto da YouTube)

Predictive World è il nome scelto da Ubisoft per il suo progetto: effettuando l’accesso al sito, l’utente potrà decidere di inserire le proprie informazioni personali sia manualmente sia utilizzando le credenziali di Facebook. Se si sceglierà il secondo metodo, Predictive World utilizzerà le azioni compiute sul social network per migliorare i risultati dell’algoritmo. L’età della morte è solamente una delle tante previsioni presenti sul sito web: ogni utente potrà scoprire la probabilità che gli venga rubata l’auto a seconda della città in cui si abita, il reddito medio che andrà a percepire (e che varia a seconda se sei uomo o donna) e tanti altri dati molto interessanti. Predictive World permette agli utenti di guardare al proprio futuro con un punto di vista totalmente differente e offre la possibilità di riflettere sulle capacità dei big data e di quanto diventeranno importanti per il nostro futuro.

 

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo