whatsapp-telegram Fonte foto: ulyana_andreeva / Shutterstock.com
APP

WhatsApp contro Telegram, quale app scegliere per messaggiare

Meglio WhatsApp o Telegram? Ecco una guida che vi fornisce delle indicazioni su quale applicazione di messaggistica istantanea scegliere

Non sarà la sfida del secolo ma è una sorta di “Rumble in the Jungle” della tecnologia: quale app per la messaggistica è migliore tra WhatsApp e Telegram? Non è semplice indicare l’una o l’altra opzione senza elencare i punti di forza e le debolezze di entrambi. Vediamo allora quale scegliere fra le due e perché.

Vi sarà capitato di chiacchierare con un amico e sentire una critica rivolta a WhatsApp. Da quando l’applicazione per la messaggistica istantanea è stata acquisita da Facebook, Telegram ha, infatti, notevolmente aumentato il numero dei suoi utenti. Tanto che al momento è considerata da molti come la prima antagonista di WhatsApp. Il servizio offerto da Telegram è molto simile all’app acquistata da Facebook. Per iscriversi, infatti, anche in questo caso serve solo un numero di telefono e il relativo spazio d’archiviazione necessario per l’installazione dell’applicazione all’interno del nostro smartphone.

Perché scegliere Telegram

Vediamo allora quali possono essere i punti di forza di Telegram, non solo rispetto a WhatsApp ma in generale. Ovvero quelle funzioni che potrebbero spingerci a scaricare questa applicazione per la messaggistica rispetto a WhatsApp. Diciamo innanzitutto che Telegram è un’app davvero multipiattaforma. Non solo funziona su smartphone iOS, Android e Windows ma ha anche una versione web per PC con sistema operativo Microsoft, Linux e Mac. Fin qui voi direte niente di nuovo. Stessa storia che su WhatsApp. Il bello di Telegram però è che la versione web può essere sfruttata utilizzando un servizio cloud, e cioè senza dover connettere per forza il telefono al PC come invece avviene su WhatsApp. Inoltre Telegram funziona anche su dispositivi che non hanno una connessione telefonica, per esempio su iPod o iPad. Telegram ha una gestione contatti più intuitiva rispetto a WhatsApp, per aumentare la lista contatti non è necessario avere in rubrica il numero della persona. Potremo chattare anche con una persona conosciuta in Rete senza avere il suo numero di telefono. Telegram batte WhatsApp anche per l’invio di file pesanti come video o documenti. Se usiamo Telegram con i contatti di lavoro avremo a disposizione fino a 1,5GB per file inviato. Una cifra davvero grande, soprattutto rispetto ai 16MB di WhatsApp. Non solo lavoro però, con questo metodo le foto inviate non verranno compresse e non perderanno in qualità. Avete mai notato infatti che le foto inviate a un vostro amico su WhatsApp perdono molta qualità?

Telegram e la sicurezza

Chi usa con costanza Telegram ha optato per quest’app soprattutto per un fattore di sicurezza informatica e di tutela della privacy. E in effetti Telegram già dalla sua creazione ha puntato, quasi tutto, sulla crittografia e sulla protezione delle conversazioni dei suoi utenti. Anche se Trump ha dichiarato che l’app non è così sicura come molti pensano, tanto che gli hacker russi l’avrebbero violata in passato. Inoltra la versione web di Telegram, così come quella di WhatsApp, ha subito diversi attacchi hacker. Inoltre, su Telegram, rispetto a WhatsApp, esistono anche le chat segrete che si autodistruggono dopo un lasso di tempo deciso dall’utente.

Perché scegliere WhatsApp

A discapito di quanto ancora molti pensano WhatsApp è gratuito, il canone di abbonamento è stato eleiminato da oramai diverso tempo. Esistono principalmente tre punti a favore di WhatsApp rispetto a Telegram. E sono punti molto importanti per l’utente medio, che giustificano il primato dell’app nel suo genere. Con WhatsApp possiamo fare anche le chiamate 3G, oltre che inviare messaggi e file multimediali. Un aspetto di certo da non sottovalutare. Su WhatsApp possiamo impostare una notifica personalizzata per ogni contatto. Una tecnica molto rapida e utile soprattutto per la gestione delle varie notifiche ricevute sullo smartphone quotidianamente. Infine WhatsApp è molto più utilizzato rispetto a Telegram e per questo sarà molto più semplice trovare un vostro amico o un vostro parente. Ma anche per contattare una persona appena conosciuta. Per quanto riguarda i gruppi standard, inoltre, WhatsApp permette di gestire più contatti contemporaneamente, ovvero fino a 256, contro i 200 di Telegram. Anche se su Telegram esistono dei particolari “supergruppi” che possono raggiungere le mille unità.

Conclusioni

Insomma le due applicazioni forniscono dei servizi molto simili ma hanno due target, al momento, un po’ diversi. Se puntate a trovare facilmente tutti i vostri contatti e non volete privarvi delle chiamate WhatsApp è indubbiamente l’applicazione che fa per voi. Se invece puntate alla sicurezza, alle chat che di auto-distruggono, se vi piace creare delle emoji o degli adesivi (su Telegram si può, su Whatsapp no) Telegram è sicuramente l’app più consigliata. Anche per lavoro quest’app è un passo avanti rispetto a Whatsapp, soprattutto per l’invio di file di grosse dimensioni. Se possedete uno smartphone con abbastanza spazio di archiviazione però potreste scaricarle entrambe e usare la migliore in base ai vari contesti.

Ti raccomandiamo