windows-10-s-app-verificate Fonte foto: Microsoft
TECH NEWS

Windows 10 S, obbligati a utilizzare Edge e Bing

Per aumentare la sicurezza dei dati personali degli utenti, in Windows 10 S non sarà possibile cambiare il browser predefinito e non si potrà installare Chrome

Il nuovo sistema operativo di Microsoft, Windows 10 S, ovvero la versione snella del classico Windows 10 Pro, pensato per le scuole e gli istituti di formazione ha un grande problema: non si può cambiare browser web. Saremo quindi obbligati a utilizzare Microsoft Edge e Bing per le nostre ricerche in Rete.

Questo, a dire la verità, non è proprio il quadro completo della situazione. Su Windows 10 S, infatti, si possono scaricare, tramite lo Store, alcuni browser aggiuntivi, come per esempio Opera Mini. Ma questi non potranno mai essere impostati come browser predefinito. Quindi se dobbiamo aprire un link o un collegamento da un’app esterna, sarà aperto sempre e solo con Microsoft Edge. Essendo Windows 10S un sistema operativo dove tutte le applicazioni si devono scaricare da Windows Store questo aspetto farà la differenza. Store nel quale non sono presenti né Google Chrome né Mozilla Firefox.

Un unico browser predefinito

Microsoft si è difesa dicendo che questa è un’impostazione pensata per tutelare la sicurezza informatica degli utenti. Ma in molti hanno storto il naso: essere obbligati a utilizzare esclusivamente un browser web come predefinito è un concetto inusuale per gli utenti affezionati di Windows. Anche perché dei 20 Paesi, dove sta avvenendo il lancio del nuovo sistema operativo, 18 sono interamente monopolizzati da Google per quanto riguarda l’utilizzo dei motori di ricerca.  Anche perché Bing in passato ha mostrato diverse lacune nelle ricerche effettuate in lingua non inglese. Da Microsoft fanno sapere però che tutti questi problemi sono stati risolti.

Ti raccomandiamo