TECH NEWS

Yahoo! diventa Altaba. Il cambio nome dopo la cessione a Verizon

L’operazione da 4,8 miliardi di dollari darà a Verizon i siti, le app e il servizio di posta elettronica. Il Cda sarà di soli 5 membri e si dimette il CEO Marissa Mayer

10 Gennaio 2017 - Anno nuovo vita nuova. E a Santa Clara in California, sede di Yahoo!, hanno preso questo detto alla lettera. La società fornitrice di servizi Internet sta iniziando una vera e propria rivoluzione interna. La sua CEO Marissa Mayer lascia la poltrona e l’azienda cambierà nome diventando Altaba.

La rivoluzione interna che sta scuotendo Yahoo! è figlia dell’appena conclusa cessione a Verizon. Un’operazione che è costata al più grande provider di telecomunicazioni wireless degli Stati Uniti 4,8 miliardi di dollari. Non è solo Marissa Mayer a farne le spese, ma tutto il Cda verrà ridotto da undici a cinque membri. A lasciare è anche David Filo, il co-fondatore di Yahoo! L’azienda, che diventerà più una compagnia di investimenti cambierà nome in Altaba e il suo presidente, una volta conclusa in maniera definitiva la fase di passaggio, sarà Eric Brandt, ex direttore finanziario di Broadcom.

Quale futuro per Yahoo-Altaba?

La cessione a Verizon intavolata e portata avanti nel luglio scorso ha di fatto concordato la cessione da parte di Yahoo! dei diritti pubblicitari, i siti, le varie applicazioni e il servizio di posta elettronica. L’operazione non si è ancora conclusa a causa dello scandalo degli attacchi hacker alla Rete Yahoo!. Attacchi che hanno colpito dal miliardo al miliardo e mezzo di utenti tra settembre e dicembre. Un aspetto che ha anche fatto riconsiderare l’accordo da parte di Verizon. Dovrebbero restare invece fuori dall’accordo le quotazioni Yahoo! nella compagnia cinese Alibaba e Yahoo! Japan. Rispettivamente l’azienda ha il 15% e il 35,5% delle due realtà. Il nuovo nome Altaba deriva proprio dalla combinazione delle parole Alibaba e alternative. Nel nuovo Cda oltre a Brandt anche l’attivista Jeff Smith.

Ti raccomandiamo