pinterest-zuckerberg Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Zuckerbeg vittima degli hacker, violato l’account Pinterest

Un gruppo di hacker che si fa chiamare OurMine ha affermato di aver violato l’account Pinterest del fondatore di Facebook. In pericolo anche il profilo Twitter

“Don’t worry, we are just testing your security”. Se qualcuno ha notato questo messaggio nella biografia di Mark Zuckerberg sul suo account Pinterest, non vi preoccupate, il fondatore di Facebook non è impazzito. Molto semplicemente è stato vittima di un attacco hacker.

Secondo quanto riporta il sito web Cnet.com, l’account Pinterest di Mark Zuckerberg è stato violato da un sedicente gruppo hacker che si fa chiamare OurMine, salito alle cronache già qualche mese fa per aver violato i profili social di alcune tra le personalità più importanti della Silicon Valley. L’attacco hacker è durato solamente pochi minuti, un’azione dimostrativa per accendere i riflettori sul problema della sicurezza informatica. L’obiettivo di OurMine è mandare un messaggio chiaro alle personalità più importanti del mondo dell’hi-tech: se non si interviene efficacemente sulla privacy delle persone nessuno è al sicuro.

Zuckerberg sotto attacco

Non è la prima volta che il fondatore di Facebook subisce un attacco dal gruppo OurMine: già qualche anno fa tentarono di entrare nel suo account LinkedIn. Da allora, riferiscono gli hacker, Mark Zuckerberg ha aumentato il livello di protezione dei propri account social, attivando l’autenticazione a due passaggi. Ma nemmeno questa azione sembra aver aumentato la sicurezza dei suoi profili, infatti OurMine afferma di aver sottratto al CEO di Facebook anche le sue credenziali Twitter e di conoscere il numero di telefono associato all’account, ma di non volerli diffondere. Ma Zuckerberg è in buona compagnia: il sedicente gruppo hacker negli ultimi mesi ha preso di mira anche il CEO di Google Sundar Pinchai e il fondatore di Uber Travis Kalanick. Il papà di Facebook, per il momento, non ha voluto rilasciare dichiarazioni a riguardo.

Ti raccomandiamo