unicode-11-emojipedia Fonte foto: Emojipedia
SMART EVOLUTION

157 emoji in arrivo: ci sono anche i supereroi e l’unicorno

Unicode Consortium ha rilasciato le nuove 157 emoji che debutteranno sulle applicazioni di messaggistica da agosto-settembre 2018

8 Febbraio 2018 - Unicode Consortium, l’organizzazione che “gestisce” la creazione delle emoticon, ha annunciato 157 nuove faccine che vedremo dalla metà del prossimo anno sulle tutte le principali applicazioni di messaggistica istantanea: da WhatsApp a Facebook Messenger.

Dopo mesi di lavoro, gli sviluppatori di Unicode hanno scelto quali emoticon aggiungere al proprio sistema. Nella maggior parte dei casi si tratta di emoticon create dietro il suggerimento degli utenti che possono inviare le loro idee direttamente all’organizzazione. Tra le nuove emoji, gli utenti troveranno le faccine con i capelli rossi e con i capelli bianchi, una nuova emoticon con tanti cuoricini, una dedicata al caldo asfissiante e una al freddo gelido. Ma non solo. Tra le 157 emoticon ce ne saranno alcune dedicate ai supereroi, ai cattivi dei cartoni e anche agli unicorni (e scommettiamo che sarà la preferita dei bambini).

Quando vedremo le nuove emoticon sullo smartphone

Tutte le emoji fanno parte del “pacchetto” Unicode 11.0 che è stato appena rilasciato dall’organizzazione. Ora le varie software house che sviluppano applicazioni di messaggistica e utilizzano il codice di Unicode, potranno iniziare a implementare le emoticon all’interno delle proprie app. Per iniziare a usare la bandiera dei pirati, le zanzare, i granchi e la calamita (tutte nuove emoticon presenti all’interno di Unicode 11.0) all’interno delle conversazioni, sarà necessario aspettare agosto-settembre 2018, periodo nel quale tutte le software house rilasceranno il nuovo aggiornamento con le faccine. Gli amanti delle emoticon potranno divertirsi a personalizzare le proprie chat grazie alle nuove 157 emoji rilasciate da Unicode Consortium.

Cosa aspettarsi nel prossimo anno

Se le nuove proposte dell’organizzazione non vi convincono, potete inviare le vostre idee a Unicode che le terrà in considerazione per il 2019. Si avrà tempo fino alle fine di marzo 2018.

Contenuti sponsorizzati