donna-lavora Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

4 errori da evitare quando si scrive l'oggetto dell'e-mail

Spesso sottovalutato, l’oggetto è uno degli elementi più importanti da tenere in considerazione quando si scrive un’e-mail

State cercando lavoro e, nonostante inviate decine e decine di messaggi a recruiter e agenzie di collocamento, non ricevete quasi mai risposta? Non fatevene un cruccio: la colpa non è del vostro curriculum né della lettera di presentazione che avete allegato. La responsabilità, se così possiamo dire, è dell’oggetto scelto per la vostra e-mail: troppo poco “sexy”, tanto che il destinatario ha probabilmente scelto di cestinarla senza nemmeno leggerla.

Anche se non ce ne rendiamo conto, infatti, l’oggetto dell’e-mail è uno degli elementi di maggior importanza della nostra missiva digitale. Aiuta il destinatario a comprendere l’argomento del messaggio di posta elettronica che gli abbiamo inviato e ne determina il “successo”. Insomma, una sorta di biglietto da visita che presenta la nostra e-mail prima che venga aperta e letta. È fondamentale, dunque, scriverlo in maniera corretta, evitando di commettere errori che possano spingere il destinatario a non leggere l’e-mail.

Breve, conciso, esauriente

Il segreto di un perfetto oggetto e-mail sta nella sua brevità. Evitate di dilungarvi troppo: per sua stessa natura, l’oggetto deve essere necessariamente qualcosa di breve e, allo stesso tempo, in grado di convincere chi lo legge ad aprire il messaggio di posta elettronica. Se riuscite, non superate i 50 o 60 caratteri di lunghezza: non solo il client di posta potrebbe tagliarlo e renderlo così illeggibile ma, cosa ancor più grave, rischiereste di perdere l’attenzione del vostro destinatario.

Le parole chiave all’inizio

Dovendo essere brevi, ricordatevi di inserire tutte le parole chiavi nella parte iniziale della stringa. In questo modo riuscirete ad attirare immediatamente l’attenzione del vostro interlocutore e solleticherete la sua fantasia. Due elementi chiave per far sì che il proprio messaggio di posta venga letto. Questo, inoltre, faciliterà anche il compito del destinatario nel momento in cui dovrà andare a ricercare l’e-mail: basterà che inserire una di queste keyword per ritrovare immediatamente il messaggio.

Niente spam

Mentre digitate l’oggetto, però, fate particolare attenzione alle parole utilizzate: potrebbe anche accedere, infatti, che i filtri antispam della vostra casella riconoscano il vostro messaggio come “spazzatura”, indirizzandolo direttamente nella casella antispam.

Ricordatevi di scrivere l’oggetto

Potrà sembrare banale, ma prima di inviare la vostra missiva digitale controllate di aver inserito l’oggetto. Peggio di un messaggio di posta con un oggetto lungo, difficilmente leggibile e noioso c’è solo un’e-mail senza alcun oggetto. Inqualificabile.

Se decidete di creare una casella Libero Mail, dimenticare di scrivere l’oggetto sarà molto complicato. Il campo per inserirlo, infatti, è posta nella parte alta dell’editor, immediatamente sotto i campi per inserire i destinatari. Una posizione strategica, a prova di smemorati.

Pulsante_MAIL ok

Contenuti sponsorizzati