smartphone android Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

4 modi per evitare i virus su Android

I virus e i malware sono uno dei principali problemi degli smartphone Android: ecco quattro trucchi per salvare il proprio dispositivo

30 Dicembre 2019 - Il 2019 è stato un anno di gloria per i virus, per chi li sviluppa e diffonde e per vari collettivi di hacker che hanno usato le vulnerabilità degli smartphone Android e l’imprudenza degli utenti per rubare dati, soldi e lanciare attacchi di massa a reti e aziende.

Il 2020, probabilmente, non sarà da meno perché, purtroppo, sia le vulnerabilità dei dispositivi che l’imprudenza degli utenti non diminuiranno. Ma se ai dispositivi ci devono pensare i produttori di smartphone e Google, a ridurre i comportamenti pericolosi ci dovrebbero pensare gli utenti. Gran parte delle infezioni virali su piattaforma Android, infatti, potrebbero essere tranquillamente evitate se gli utenti seguissero le regole base della sicurezza informatica online. Che non sono poi neanche molte: ne bastano quattro, ma non tutti gli utenti le seguono.

Non scaricare app da store di terze parti

Le app più pericolose, quelle con i virus più potenti, non si trovano quasi mai sul Play Store: si scaricano sotto forma di file APK da qualche store non ufficiale oppure si scambiano tra utenti. Nel 2020 smettete di farlo: tranne pochissime eccezioni, che si contano sulle dita di una sola mano, non c’è store parallelo che offra uno standard minimo di sicurezza e che faccia controlli antivirus decenti sulle app che ospita.

Scaricate le app da Play Store con cautela

Sia chiaro: neanche Google Play Store è un posto sicuro al 100%. Nel 2019 i controlli di Google sulle app pubblicate si sono dimostrati più e più volte insufficienti, con decine di app pericolose che hanno passato il controllo dell’azienda di Mountain View. Il problema principale, però, è il tipo di monetizzazione delle app, cioè il modo in cui gli sviluppatori guadagnano facendoci scaricare app gratis. La monetizzazione più frequente è quella tramite ads: non paghi l’app, ma guardi la pubblicità. Sono nati, così, diversi circuiti pubblicitari che fanno girare i banner sulle app Android e, allo stesso tempo, sono spuntati come i funghi gli adware. Cioè i virus che fanno click fasulli sui banner, per truffare i circuiti pubblicitari. Cosa fare, allora? Scaricare, ma con cautela: controllate sempre le recensioni, informatevi bene sulla reputazione dello sviluppatore, dotatevi comunque di un buon antivirus.

Scaricate app open source da F-Droid

Tra le pochissime eccezioni al primo consiglio c’è F-Droid: è uno store di app open source, tutte rigorosamente prive di codici di tracking per la pubblicità e con dei filtri antivirus parecchio stretti.

Se non ti serve non la scaricare

La regola d’oro: scarica il meno possibile. Anche perché, molto probabilmente, quell’app non ti serve realmente. Ok installare Facebook, ma per quale motivo installare FaceApp? Va bene installare Instagram, ma siamo sicuri di aver bisogno di dieci app di filtri? Siamo onesti: i virus girano tramite le app e meno app installiamo meno virus prendiamo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963