iot-fabbrica Fonte foto: Shutterstock
PMI E INDUSTRIA 4.0

5 modi di utilizzare l'Internet of Things in fabbrica

L'Internet of Things sta cambiando diverse operazioni all'interno delle imprese, dalla manutenzione preventiva all'utilizzo dei Big Data

L’Internet of Things associato all’Industria 4.0 sta modificando radicalmente i processi produttivi di alcuni settori imprenditoriali. Non si tratta solo di una tecnologia utile per ridurre i tempi e rendere efficiente la produzione. L’IoT sta cambiando il modo di agire di molte imprese.

Gli oggetti e i sensori intelligenti possono essere usati da qualsiasi PMI, a prescindere dal mercato di riferimento, per attuare quella che viene definita come manutenzione preventiva. I sensori dei macchinari, infatti, registrano un’incredibile mole di dati che possono essere analizzati da specifici software. Questi programmi sono in grado di segnalare dei guasti, dei malfunzionamenti e degli errori di produzione in tempo reale ai dipendenti. In questo modo si riducono i costi per le riparazioni e si allunga la vita dei macchinari stessi. Con questo sistema si riducono anche gli sprechi perché gli oggetti IoT avvisano i dipendenti se un processo richiede più materiale del previsto.

Tracciamento degli asset

I sensori IoT serviranno anche per il tracciamento degli asset (ovvero qualsiasi bene di valore dell’impresa). Secondo uno studio di Infosys e dell’Istituto per la gestione industriale dell’Università di Aquisgrana, in Germania, l’85% delle aziende manifatturiere a livello globale è consapevole dell’importanza degli asset ma solo il 15% ha dichiarato di analizzarli per individuare le attività chiave dell’impresa. Grazie all’IoT sarà più facile catalogare i beni di un’azienda. Gestire l’inventario, evitare furti o perdite di elementi di valore e organizzare le richieste di nuovi materiali.

Ricevere informazioni in tempo reale

L’Internet of Things sta modificando, forse per sempre, le decisioni interne a un’azienda. In passato per prendere una scelta l’imprenditore si affidava a piani previsionali e all’esperienza personale. Al giorno d’oggi i continui feedback che arrivano dagli oggetti dell’Internet of Things rendono più semplici le decisioni importanti. Grazie all’IoT sarà più facile farsi trovare pronti per rispondere ai cambiamenti del mercato o alle crisi del settore.

Indicatori Chiave di Prestazione

Nell’ottica degli aiuti all’imprenditore troviamo anche l’uso e l’analisi dei dati. I sensori IoT, come già sottolineato, creano una miriade di informazioni. Tutti dettagli che possono fare la differenza per un’azienda. Per non perdersi tra questa mole di dati esistono diversi software che analizzano e offrono dei report sui Key Performance Indicator (KPI), ovvero degli indicatori chiave di prestazione, che aiutano l’azienda a capire come muoversi per modificare o confermare il proprio piano produttivo.

Operazioni più rapide

L’IoT sta anche riducendo sensibilmente i tempi necessari per la realizzazione di un prodotto. Questo sempre grazie ai dati in arrivo dagli oggetti intelligenti. Se prima un nuovo prodotto doveva passare diverse fasi di test e di analisi adesso è più facile capire come realizzarlo grazie ai feedback in tempo reale in arrivo dai sensori. Un aspetto che sta rivoluzionando il modo di agire di moltissime aziende in particolar modo nel settore manifatturiero.

Contenuti sponsorizzati