smart-home-sicurezza Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

7 trucchi per mettere al sicuro la casa connessa

Gli oggetti intelligenti per la casa aumentano la nostra comodità e diminuiscono i consumi ma spesso rappresentano anche un pericolo per la sicurezza

Quando parliamo di smart home pensiamo subito a efficienza e risparmio energetico. Eppure le case connesse rappresentano un forte rischio per la nostra sicurezza e per la nostra privacy. Come abbiamo visto in più occasioni, infatti, gli oggetti intelligenti e connessi sono sempre più presi di mira dagli hacker.

I dispositivi Internet of Things, oppure il router di casa. Sono diversi i device che un cyber criminale potrebbe sabotare per riuscire a truffarci oppure per rubare le nostre informazioni più riservate. Per questo motivo risulta fondamentale compiere una serie di azioni per mettere al sicuro tutti gli oggetti elettronici presenti nella nostra abitazione. In maniera particolare dobbiamo farlo se questi dispositivi sono pensati per le smart home, e sono dunque dotati di una connessione a Internet e possono comunicare tra di loro. Ecco sette passaggi fondamentali per mettere in sicurezza la nostra casa intelligente.

Router

Dobbiamo pensare al nostro router come al cuore pulsante della connessione di casa. Così come il cuore è un organo che va protetto e aiutato anche il modem  va considerato come il primo dispositivo da mettere in sicurezza. Per fortuna per modificare le password e alcune impostazioni del router e aumentare così la nostra sicurezza bastano pochi click e pochi minuti.

Interruttore di rete

Gli interruttori di rete sono delle porte che collegano i dispositivi cablati a una rete. Quasi tutti i modem wireless dispongono di un interruttore di rete integrato, che solitamente ospita quattro porte Ethernet. Al giorno d’oggi ci colleghiamo quasi sempre con la connessione Wi-Fi, ma dobbiamo prestare particolare attenzione a ciò che è connesso a questi cavi. Un malintenzionato potrebbe entrare in casa e collegarsi tramite la porta Ethernet e portare a termine una truffa online.

IoT

Abbiamo parlato più volte della necessità di mettere al sicuro i nostri oggetti intelligenti. Purtroppo molti produttori li lanciano sul mercato con standard di sicurezza inadeguati per i recenti attacchi hacker. Spesso questi dispositivi non vengono usati per generare un attacco nei nostri confronti ma vengono sfruttati per alimentare una botnet. Il pericolo resta comunque alto.

Attenzione alle falle di sicurezza

Per proteggere la nostra casa dobbiamo prenderci cura di tutti gli oggetti elettronici che abbiamo. Aggiornare solo il computer e modificare le impostazioni del router non basta. Pensiamo per esempio alle videocamere di sorveglianza che sono tra gli oggetti maggiormente presi di mira dagli hacker. Su ogni dispositivo che possediamo dobbiamo perciò verificare gli standard di sicurezza e in caso aggiornare il sistema operativo con nuove patch, quando disponibili.

Aggiornamenti

Visto che abbiamo parlato degli aggiornamenti di sicurezza è importante in generale effettuare sempre gli aggiornamenti di qualsiasi dispositivo che possediamo in casa. Dal tablet allo smartphone, passando per computer ed elettrodomestici intelligenti. È importante anche aggiornare il firmware del router con costanza.

Ethernet

Abbiamo già parlato dei cavi Ethernet. Sono la rete cablata standard utilizzata quasi su ogni router. Permettono la connessione Internet tramite cavi da un dispositivo a un router. Connettersi in questo modo con il PC è scomodo, è vero, ma potrebbe essere un’ottima soluzione se temiamo di essere finiti vittima di un attacco hacker. Questo perché la rete Wi-Fi potrebbe essere stata manomessa da un cyber criminale. Mentre il cavo ethernet è diretto tra PC e router, senza che la Wi-Fi venga utilizzata.

WPA 2

WPA2 sta per Wi-Fi Protected Access 2, ed è un protocollo che utilizza la crittografia per proteggere la connessione degli utenti. È una versione migliorata dell’originale WPA, che a sua volta è stata preceduta da una tecnologia denominata WEP. Quando scegliamo una nuova password per il nostro router selezioniamo anche la crittografia WPA 2, in modo da aumentare la nostra sicurezza.

Contenuti sponsorizzati