Gli account social di Trump sono sospesi a tempo indeterminato Fonte foto: ANSA

Gli account social di Trump sono sospesi a tempo indeterminato

Account Facebook e Instagram di Trump sospesi a tempo indeterminato, Twitter lo blocca per 12 ore: la rivolta dei social dopo l'assalto al Congresso

Gli account di Facebook e Instagram del presidente uscente degli Stati Uniti Donald Trump sono stati sospesi a tempo indeterminato. Un blocco che durerà almeno fino al prossimo 20 gennaio, quando alla Casa Bianca si insedierà come nuovo presidente eletto Joe Biden.

Dopo l’assalto al Congresso degli Stati Uniti dei sostenitori del presidente Trump del 6 gennaio, i social network si sono uniti in una decisione senza precedenti: bannare Trump. I post sono stati ritenuti degli incitamenti alla violenza e per questo i social sono entrati in azione con misure restrittive. Se Twitter si è limitato a bloccare per 12 ore il tycoon e richiedere la cancellazione di tre messaggi, Zuckerberg ha optato per una misura più drastica: dopo un primo blocco di 24 ore, ha scelto la sospensione a tempo indeterminato. E anche Snapchat e Twitch hanno disattivato l’account di Trump per i suoi incitamenti alla violenza.

Facebook e Instagram: Trump bannato a tempo indeterminato

Facebook ha annunciato di aver riscontrato nelle pagine social di Trump due violazioni molto gravi delle regole di comportamento fissate. In particolare, i post di Trump sulla sua "vittoria rubata" e i suoi "vi amo" ai fan sono stati considerati degli incitamenti alla violenza che hanno portato all’assalto al Congresso da parte dei suoi sostenitori.

Per questo motivo Facebook ha disposto prima un blocco di 24 ore degli account, anche su Instagram, e poi ha deciso di imporre il ban almeno fino al 20 gennaio, la data di inserimento di Biden alla Casa Bianca. Una sospensione a tempo indeterminato, dato che Zuckerberg potrebbe decidere di continuare a bannare Trump sia da Facebook che da Instagram.

Twitter: Trump sospeso per 12 ore

La tensione è alta anche tra Twitter e Trump. Il social ha condannato i suoi post, chiesto la rimozione di tre messaggi che contenevano dichiarazioni false e incitavano alla violenza e poi disposto il blocco di 12 ore dell’account dopo la cancellazione dei tweet. Per ora l’account rimane attivo, ma Twitter ha avvisato il tycoon: se saranno riscontrate altre violazioni alle regole, la sospensione potrebbe essere definitiva.

Snapchat e Twitch: account di Trump disattivato

Blocco a tempo indeterminato anche su Snapchat, con i portavoce che hanno dichiarato che continueranno a monitorare la situazione prima di riattivare l’account di Trump.

Su Twicht invece il canale di Trump è visibile e anche i suoi contenuti precedenti, ma disattivato e il tycoon non potrà più avviare nuovi stream. Già lo scorso giugno Trump era stato sospeso per due settimane per "condotta offensiva", mentre nelle scorse ore Twitch ha cancellato la famosa emote di PogChamp, perché l’autore della emote ha incoraggiato ulteriori violenze al Congresso.

YouTube e TikTok: strike e limitazioni dei video

YouTube invece ha annunciato che tutti i canali che pubblicano video con false affermazioni sulla vittoria di Joe Biden riceveranno uno strike, cioè un avvertimento. Sono migliaia i video rimossi dalla piattaforma negli ultimi mesi che sostenevano che ci fosse una frode elettorale, compresi i video del canale di Trump.

Al primo strike, il canale viene temporaneamente sospeso e non potrà pubblicare video né fare livestreaming, mentre dopo tre strike viene rimosso definitivamente da YouTube, che si dichiara pronto ad applicare le sanzioni a chiunque e quindi anche al tycoon. TikTok invece ha deciso al momento solo di limitare la diffusione dei video dell’assalto al Congresso.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963