google motore ricerca Fonte foto: Twin Design / Shutterstock.com
HOW TO

Alternative a fibra e ADSL: cosa fare quando internet non arriva

La FWA (Fixed Wireless Access) rappresenta una valida alternativa per i territori che non sono raggiunti da Adsl né fibra. Ecco cos’è e come funziona

Copertura FWA

Ci sono delle situazioni in cui né le connessioni che viaggiano via cavi vetrosi (fibra) né quelle che si collegano via rame (Adsl) sono praticabili. In genere si tratta di zone di montagna impervie o di collegamenti da isole e in questi casi l’unica alternativa, di solito, è costituita da Internet satellitare o dal FWA. Come accennato si tratta di quelle tecnologie che non si basano sui canali tradizionali di trasmissione dati, sono stati sviluppati per sfruttare le onde radio.

Questo tipo di connessione per gli utenti non comporta differenze rilevanti, avranno un modem a cui collegarsi tramite WI FI o con un cavo ethernet. Sarà però il percorso che condurrà i vostri dati dall’abitazione agli armadi stradali e alla rete che cambierà, insomma il sistema di trasmissione dei dati.
Le vostre informazioni viaggeranno infatti tramite onde elettromagnetiche appoggiandosi ai ripetitori fino alla prima cabina disponibile, qui saranno poi raccolti e trasmessi tramite fibra o ADSL.

La velocità dell’FWA

Questa tecnologia, ad oggi, permette sia connessioni a banda larga, con una velocità massima di 20 Mbit/s in download, sia ultra larga (dai 30 ai 100 Mega). Sono in corso però varie sperimentazioni che con il supporto delle reti 5G dovrebbero consentire anche alle linee FWA di raggiungere le velocità delle Fiber to Home (1 Gigabit/s).
La diffusione di questi strumenti ha portato operatori concorrenti a stringere delle alleanze per poter mettere insieme le proprie forze e costruire nuove architetture di rete, come hanno fatto Tiscali e Fastweb. Anche Vodafone e Fastweb hanno stretto un accordo e hanno annunciato il lancio di una linea FWA 5G nel territorio milanese.

La tecnologia che annulla il digital divide?

Gli ultimi tre Bandi per la banda ultra larga di Infratel hanno mostrato l’importanza e l’efficacia della tecnologia FWA in termini di performance e sostenibilità. In particolare, stando alle stime, su circa 9,2 milioni di abitazione da coprire con questi cantieri, circa 1,5 milioni verranno raggiunte con tecnologia FWA.
Una spinta importante nello sviluppo e nella realizzazione di queste tecnologie alternative a fibra e Adsl è giunta dagli accordi europei per contrastare il digital divide e dagli obiettivi dei piani strategici di Europa 2020. È stato fissato ad almeno l’85% della popolazione raggiunta dalla fibra a 100 Mbit/s e di un collegamento di accesso alla rete a 30 Mbit/s per tutti.
I lavori per l’ampliamento e il miglioramento delle infrastrutture e quindi l’espansione della fibra sul territorio è stato strutturato in Italia con il Piano nazionale per la banda ultralarga. C’è un sito dedicato a questo progetto dove è possibile leggere gli aggiornamenti su bandi e gare per la costruzione di nuove strutture di telecomunicazione.

Più di 1 milione le famiglie senza accesso alla rete

Rispetto al digital divide sul territorio nazionale è utile l’ultimo rapporto diffuso dall’Istituto nazionale di Statistica (Istat), Internet@Italia 2018. Domanda e offerta di servizi online e scenari di digitalizzazione.
In questa ricerca l’ente ha analizzato il fenomeno della diffusione internet non solo in termini di offerta ma anche di domanda. Il digital divide appare chiaro dai dati sull’esclusione dalla connessione alla banda ultralarga che in Italia ha riguardato più del 13% delle famiglie, si tratta di quasi 3 milioni e mezzo di nuclei senza accesso al servizio.
Stando ai dati di Infratel (società del Ministero delle infrastrutture e telecomunicazioni che ha il compito di attuare il Piano per la Banda Larga) e di Open Fiber questa tecnologia può raggiungere e risolvere i problemi di connessione di 1.5 milioni di abitazioni in Italia.
La crescita di questa tecnologia è chiara anche dalla delibera 292/18 dell’Autorità garante delle comunicazioni che ha equiparato “le soluzioni FWA innovative, quindi miste fibra-radio”, a quelle “FTTC, miste fibra-rame”, e le ha definite “perfettamente abilitanti alla banda ultra larga oltre i 30 Megabit”.

 

La crescita dell’FWA e i player del settore

Anche in termini numerici la domanda e la fetta di mercato di questa tecnologia ha visto crescere il numero di italiani che l’hanno scelta per poter accedere ad internet. I dati riportati da Agenda digitale sostengono che a fine 2018 sono stati 1 milione e 200 mila gli utenti FWA in Italia, in aumento del 17% rispetto a quelli del 2017.
Il maggior operatore è stato Linkem con il 40% dei contratti, poi Eolo che ha avuto il 37% del mercato, a seguire ancora Tiscali che si è aggiudicato il 5% delle domande. Infine Go Internet con il 3,3%. Ci sono poi una serie di operatori minori che sommando le proprie quote di mercato fatturano nel complesso circa il 13% del comparto.

Le offerte

Per quel che riguarda le offerte per questo genere di tecnologia si parte da 24.90 € al mese del piano di Linkem, il prezzo però può variare in base alle coperture Adsl o fibra nella zona interessata. Le velocità massima raggiunta delle reti Linkem è di 30 Mega in download e di 3 Mbit/s un upload con le tecnologie LTE Advanced. I clienti business possono raggiungere fino a 50 Mbit/s per scaricare i propri contenuti e 5 Mbit/s per caricare i pacchetti dati.
Le spese per l’attivazione di una linea di questo tipo sono in genere più alte rispetto a quelle delle altre reti, infatti se molti operatori di linea fissa includono questi costi nel canone mensile questo non avviene con gli abbonamenti FWA. Con Linkem, maggiore operatore del settore, si tratta di una spesa di 100€.
Eolo è un altro player importante tra gli operatori di FWA. Anche le offerte di questa società propongono un piano base a 30 Mega al costo di circa 25€ al mese, mentre per la promozione della linea più veloce (100 Mega) ci si aggira intorno ai 40 €. Tiscali che come visto è stato il terzo concorrente in questa sfida tra operatori ha dei piani più economici, ad esempio la sua offerta a 100 Mbit/s non supera i 28€ al mese.
I piani FWA non sono diversi da quelli delle più conosciute offerte Adsl o fibra, includono infatti una servizi di servizi e proposte accessorie: possono essere promozioni di linea fissa e mobile combinate, oppure possono prevedere degli sconti o dei buoni legati ai programmi fedeltà di operatori di trasporto, ci sono anche gli abbonamenti di streaming tv e app che vengono abbinati alle offerte.
Insomma ciò che cambia con questa tecnologia non sono tanto i prezzi o le condizioni quanto piuttosto, come visto, il sistema che collegherà casa vostra all’esterno. All’interno infatti voi avrete il modem e la linea wireless come se si trattasse di una comune rete. I lavori di installazione saranno più complessi vista la necessità di un impianto anche esterno oltre che interno, ma a parte quello non si noterà alcuna differenza. E anche gli standard di navigazione misurati dagli speed test hanno mostrato come le linee FWA non facciano rimpiangere le altre soluzioni.
ADSL o Fibra: scopri come risparmiareVai »

Più 700 mila accessi alle reti alternative

Il servizio studi della Camera dei Deputati ha analizzato le reti italiane e nel report riassuntivo pubblicato a maggio 2019 sono stati riportati dei dati interessanti. Si legge nel rapporto che per quanto riguarda le comunicazioni elettroniche sono stati registrati dei mutamenti molto importanti. I dati analizzati sono stati quelli relativi alle tecnologie utilizzate per la fornitura del servizio di accesso alle reti di comunicazione elettronica a banda larga e ultralarga.
“Mentre a fine dicembre 2014 quasi il 94% degli accessi alla rete fissa era in rame” riportano i ricercatori “a fine 2018 questi sono scesi al 58%, pari ad una flessione di 7,5 milioni di linee. Nello stesso periodo sono cresciuti gli accessi tramite altre tecnologie qualitativamente migliori, in particolare quelle in tecnologia FTTC (+5,9 milioni di unità), FTTH (+540 mila) e FWA (+ 700 mila)”.
E ancora: “Lo stato dei cantieri aperti nelle singole regioni al 9 gennaio 2019, nell’ambito delle prime due gare Infratel/Open Fiber per la realizzazione di infrastrutture a banda ultralarga nelle cosiddette aree bianche, è stato fornito da Infratel: sono 1.174 i cantieri aperti nel 2018 di cui 977 in fibra ottica e 197 di tipo wireless (FWA)”.

I vantaggi dell’FWA

La FWA offre diversi vantaggi è la flessibilità di questa struttura, il fatto che possa arrivare anche in luoghi normalmente irraggiungibili dalle altre tecnologie e che consente degli standard di navigazione anche superiori alle linee Adsl a 20 Mega. I problemi invece sono legati alle interferenze radio che possono esserci sui canali e alle potenziali zone di buco della copertura, che in alcuni casi significheranno la completa assenza di accesso al servizio internet per i cittadini.

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963