c29add7a3af26391e8b8af1c05204aea.jpg Fonte foto: EPA
TECH NEWS

Altra falla sicurezza Intel, ma ci vuole accesso fisico a Pc

Scoperta da F-Secure su pc aziendali. Gruppo aggiorna procedure

ROMA – Dopo la falla nei processori, un altro difetto di sicurezza è stato riscontrato nell’hardware Intel: può consentire agli hacker di accedere ai sistemi aziendali, l’attacco ha però inizialmente bisogno di un accesso fisico al Pc. La vulnerabilità riguarda il sistema Active Management Technology (AMT) di Intel, ed è stata resa nota dalla società di sicurezza F-Secure.

Non è correlata alle falle Spectre e Meltdown recentemente scoperte.

Il nuovo bug riguarda la tecnologia che permette manutenzione e monitoraggio di sistemi aziendali, consente di bypassare completamente le password in pochi secondi e per F-Secure “colpisce potenzialmente milioni di notebook nel mondo”.

Contattata dal sito americano The Register, Intel ha spiegato che “a novembre 2017 ha aggiornato le linee guida da seguire per configurare” il sistema AMT e “massimizzare la sicurezza”.
   

Contenuti sponsorizzati