amazon prime day Fonte foto: dennizn / Shutterstock.com
TECH NEWS

Amazon Prime Day 2020 rinviato: ipotesi sulla nuova data

L'Amazon Prime Day 2020 verrà rimandato probabilmente a settembre a causa del coronavirus, ma notizie ufficiali ancora non ce ne sono

L’Amazon Prime Day 2020 non si farà a luglio. Almeno così riporta il Wall Street Journal citando fonti vicine all’azienda di Seattle. Non è la prima volta che nelle ultime settimane escono voci sul possibile rinvio di uno dei principali eventi organizzati da Amazon, con un volume di vendite maggiori anche al Black Friday. Per chi non lo sapesse, l’Amazon Prime Day è evento riservato a coloro che hanno l’abbonamento ad Amazon Prime con migliaia di prodotti scontati, dall’elettronica di consumo fino a gioielli e vestiti.

Solitamente l’Amazon Prime Day viene organizzato verso la metà di luglio (lo scorso anno il 15 e 16 luglio), ma le condizioni mondiali non permettono di garantire la massima sicurezza dei dipendenti e di tutte le persone che vengono coinvolte nell’evento (compresi i corrieri). Inoltre, la maggior parte delle Nazioni sta ancora cercando di far ripartire l’economia e la situazione economica di molte famiglie è complicata. L’obiettivo di Amazon è di aspettare la fine dell’estate e organizzare l’evento per l’inizio di settembre, anche se una data ufficiale ancora non c’è.

Perché l’Amazon Prime Day 2020 verrà rinviato

Non c’è nessuna conferma da parte di Amazon, ma il Wall Street Journal assicura di aver avuto la notizia da fonti molto vicine all’azienda di Seattle: l’Amazon Prime Day 2020 verrà rinviato. Sicuramente non si terrà a luglio e la nuova data potrebbe essere settembre.

Le cause che hanno portato Amazon a questa decisione sono principalmente due: le nuove disposizioni in materia di distanziamento sociale da rispettare all’interno dei magazzini che rallentano la gestione dei pacchi e la crisi finanziaria che ha colpito tutto il Mondo. Se le persone non hanno uno stipendio, non possono fare acquisti e l’evento potrebbe tramutarsi in un mezzo fallimento. Più logico aspettare qualche mese nella speranza che l’economia riparta.

Per il momento non si conosce l’ipotetica data di settembre, ma Amazon non può posticipare troppo il Prime Day 2020, altrimenti potrebbe entrare in conflitto con il Black Friday 2020, già fissato per il 27 novembre 2020.

Amazon, si continua con i beni essenziali

Per quanto riguarda i prodotti disponibili su Amazon, per le prossime settimane si continuerà a dare precedenza ai beni ritenuti essenziali, ma l’azienda sta predisponendo un piano per allargare il numero di prodotti. Un piano che sarà necessario anche in vista dell’Amazon Prime Day 2020, in cui la maggior parte dei prodotti in vendita non è ritenuto bene essenziale.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963