amazon Fonte foto: Hadrian / Shutterstock.com
TECH NEWS

Amazon: quali sono i beni di prima necessità che puoi acquistare

Amazon ha comunicato di concentrare i propri sforzi sulla vendita di prodotti necessari ed essenziali: ecco quali sono

Amazon dice stop alla vendita di prodotti non di prima necessità. Da oramai qualche giorno chi accede al sito di e-commerce avrà notato un grande cambiamento, soprattutto sui prodotti di elettronica, giocattoli, vestiti, sport e tempo libero: le spedizioni sono ritardate (anche per gli oggetti che beneficiano di Prime) e nella maggior parte dei casi sono spediti da venditori di terze parti. Amazon ha deciso di concentrare gli sforzi solamente sui prodotti ritenuti di prima necessità, come ad esempio cibo, prodotti per la salute e per la cura della persona.

Già la settimana scorsa il sito di e-commerce aveva cambiato approccio, dando la priorità del riassortimento del magazzino solo ad alcuni beni. Ora, invece, arriva una decisione ancora più drastica: venderà e assicurerà la spedizione rapida solo ai beni essenziali. Le nuove regole, per il momento, valgono solo per l’Italia e la Francia. A cosa è dovuto questo cambiamento così repentino? A spiegarlo è stata la stessa Amazon: un aumento considerevole degli ordini su alcuni oggetti e la necessità di adottare misure specifiche di distanziamento all’interno dei centri di distribuzione, soprattutto nelle zone dove il Covid-19 sta facendo più danni. Ecco cosa cambia per gli utenti e quali sono i beni di prima necessità

Quali sono i beni di prima necessità che si possono acquistare su Amazon

Concentrare le spedizioni solo sui beni essenziali che in questo periodo di forte stress hanno avuto una richiesta elevata. Amazon ha deciso di stoppare momentaneamente la vendita diretta di prodotti che non sono di prima necessità. Un esempio? Smartphone e computer sono oramai venduti solamente da negozi di terze parti che curano direttamente anche la spedizione. Spedizione che comunque non è immediata e nella maggior parte dei casi bisogna aspettare almeno una settimana.

Ecco quali sono i prodotti Amazon di prima necessità:

  • cibo e generi alimentari;
  • cibo e prodotti per animali;
  • forniture industriali e scientifiche;
  • prodotti e apparecchiature per la salute;
  • prodotti per la cura della casa come detersivi e saponi;
  • prodotti per la cura della persona;
  • prodotti per bambini, come ad esempio i libri.

Amazon, solo beni di prima necessità: cosa cambia per gli utenti

Amazon ha pubblicato una nota stampa in cui spiega i motivi che hanno portato a questa decisione e cosa cambierà per gli utenti nelle prossime settimane.

Così come i clienti utilizzano l’e-commerce come strumento utile ai loro sforzi di distanziamento sociale, anche noi abbiamo adottato misure specifiche di distanziamento all’interno dei nostri centri di distribuzione affinché i nostri dipendenti possano lavorare in sicurezza. La combinazione di questi due elementi ci richiede di concentrare la nostra capacità disponibile sui prodotti che hanno la massima priorità e, a partire da oggi, smetteremo temporaneamente di accettare ordini su alcuni prodotti non di prima necessità sia su Amazon.it che su Amazon.fr. Questa decisione consente ai nostri dipendenti dei centri di distribuzione di focalizzarsi sulla ricezione e spedizione dei prodotti di cui i clienti hanno più bisogno in questo momento. I clienti possono ancora ordinare molti di questi prodotti dai partner di vendita che effettuano direttamente le spedizioni. Comprendiamo che questo è un cambiamento per i nostri partner di vendita che utilizzano la Logistica di Amazon e apprezziamo la loro comprensione in questo momento in cui diamo priorità ai prodotti di cui i clienti hanno più bisogno.

Inoltre, Amazon ha inviato anche una nota ai venditori cinesi che utilizzano la piattaforma per vendere i propri prodotti in Italia e in Francia: “Con effetto immediato, Amazon smetterà di ricevere ordini FBA (fulfillment by Amazon) da parte dei clienti su prodotti non essenziali sul suo sito in Italia (Amazon.it) e in Francia (Amazon.fr), in modo che i dipendenti delle operazioni possano concentrarsi sull’evasione e la consegna degli ordini di cui i consumatori hanno più bisogno ora“.

Quali saranno i cambiamenti più grandi per gli utenti Amazon nelle prossime settimane? Sicuramente un rallentamento nelle spedizioni per quei prodotti considerati non essenziali. Se si prova ad acquistare uno smartphone, le disponibilità sono limitate (abbiamo effettuato un controllo su alcuni cellulari e ne sono disponibili due o tre per ogni modello) e le spedizioni avvengono nel giro di sette-dieci giorni, anche per quei prodotti che beneficiano di Prime.

Questo vuol dire che Amazon continua a vendere qualsiasi tipo di prodotto, ma per quei beni non essenziali si appoggerà sui venditori di terze parti che gestiscono in autonomia anche la spedizione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963