amazon Fonte foto: Eric Broder Van Dyke / Shutterstock.com
SMART EVOLUTION

Amazon vuole scansionare il tuo corpo e ti paga in buoni

Il colosso dell’e-commerce chiede ai suoi clienti di aderire al programma in cambio di una gift card da 25 dollari. Ecco come funziona a perché lo sta facendo

24 Maggio 2019 - Amazon ha condotto una serie di ricerche che prevedono delle scansioni digitali 3D su corpi di persone, che in cambio ottengono una carta regalo da 25 euro da spendere nell’e-commerce. Mashable ha scoperto l’esistenza di questo progetto un po’ per caso: un collaboratore ha visto apparire su Instagram un annuncio pubblicitario curioso.

Nel post si invitavano gli utenti a compilare un modulo online, diventando così volontari per un progetto di ricerca che vedeva la collaborazione tra Amazon e Body Labs. Questo annuncio circola ancora e chiede alle persone di poter leggere la loro fisionomia. La lettura del corpo avviene sulla base di foto e video in costume aderente che i partecipanti devono inviare al sistema. Durante la sessione vengono anche raccolte le informazioni sul peso e sull’altezza. L’azienda afferma che tutti i dati raccolti servono solo alla specifica ricerca interna – non ben definita – e non sono usati per scopi commerciali.

Amazon e la scansione del corpo: come funziona?

Il modulo online disponibile su una apposita pagina web di Amazon chiede ai partecipanti di firmare una dichiarazione di riservatezza: non devono rivelare tutto ciò che scoprono o vedono durante la scansione, che richiede circa 30 minuti.

La ricerca è condotta in collaborazione con Body Labs, una società acquisita da Amazon nel 2017 che si occupa proprio di scansioni 3D. Il punto di forza della startup è proprio la capacità di creare un modello 3D realistico del corpo di una persona partendo da un’immagine o un video che la raffiguri. La sua attività principale, prima dell’acquisizione, era quella di creare dei modelli umani realistici per case di moda e abbigliamento. Sarà proprio questo lo scopo del nuovo programma di Amazon?

La scansione del corpo: l’utilità nel settore della moda

Recentemente, l’importanza di Amazon è cresciuta nel settore della moda. Secondo uno studio condotto da Coresight Research, il colosso detiene il primato tra i venditori di abbigliamento negli Stati Uniti, senza contare che la società ha i propri marchi di abbigliamento e un servizio di abbonamento pensato per questo tipo di clienti.

Quindi si pensa che la società di Jeff Bezos possa impiegare queste ricerche per studiare nel dettaglio capi di abbigliamento che si possano adattare meglio alla fisionomia dei tanti clienti di Amazon. Ma la scansione del corpo umano potrebbe tornare utile anche per le forze dell’ordine.

Amazon e la collaborazione con la polizia

Nel 2002 la polizia di Stato della Virginia chiese l’aiuto di Michael Black, professore di informatica della Brown University, per risolvere un caso di rapina e omicidio. Black e il suo team di studenti si affidarono alla scansione 3D del corpo e in questo modo aiutarono le forze dell’ordine a trovare l’omicida. La tecnologia usata per risolvere il caso divenne la base per creare la Body Labs, di cui Black è uno dei fondatori.

Amazon d’altronde ha già lavorato con le autorità, e molti attivisti si sono lamentati per una delle tecnologie usate dall’azienda, che riguardava proprio la scansione dei corpi umani. In particolare, l’associazione per i diritti umani ACLU ha criticato il colosso per aver venduto la tecnologia di riconoscimento facciale alla polizia locale e all’FBI.

Scansione del corpo: Amazon non si ferma

Nonostante queste polemiche, Amazon continuerà a setacciare il web alla ricerca di volontari che si facciano scansionare il corpo in cambio di una gift card da 25 dollari. D’altro canto, sono già molte le società nel mondo che conducono queste analisi sui consumatori. Un giorno le persone potrebbero trovarle del tutto normali, ma per ora questa pratica appare piuttosto originale e porta a cercare motivazioni nascoste e bizzarre.