Libero
Cos'è l'ambra grigia che ha fatto ricco un pescatore Fonte foto: 123rf
SCIENZA

Cos'è l'ambra grigia che ha fatto ricco un pescatore

Si tratta di secrezioni dei cetacei ricercate per produrre profumi. Tirati su con la rete 30 chilogrammi di Ambergris del valore di più di 1 milione di euro.

Pochi sanno che i cetacei producono una sostanza che può valere milioni di euro. Un pescatore del sud della Thailandia è diventato ricco proprio per aver pescato un ammasso di vomito di balena da 30 chilogrammi. Si tratta di Ambergris, l’ambra grigia, un prodotto molto ricercato nell’industria di profumi. Narong Phetcharaj stava navigando vicino alla spiaggia di Niyom, nella provincia di Surat Thani, quando ha fatto la fortunata pesca. A confermare la provenienza del ritrovamento sono stati gli esperti dell’università Prince of Songkla. Già a febbraio, trentacinque pescatori nello Yemen hanno risolto i loro problemi economici dopo aver trovato un enorme quantità di vomito nella carcassa di un capodoglio, a largo del Golfo di Aden.

Cos’è e perché è ricercata l’ambra grigia

L’ambra grigia è prodotta dai dotti biliari dei cetacei, mammiferi che possono arrivare a 18 metri di lunghezza. I dotti secernono delle secrezioni particolari che servono al capodoglio o alla balena per ingerire oggetti grandi o appuntiti. L’ambra grigia si accumula nell’intestino e funge da sostanza assorbente che indurendosi rapidamente attorno ai becchi dei molluschi, dà luogo a una massa solida in grado di placare ogni irritazione. Questi liquidi gastrointestinali vengono poi espulsi dal corpo dell’animale in acqua attraverso il vomito. Inizialmente sembrano mucillagine e sono di colore nero, poi si solidificano e salgono in superficie. L’odore iniziale dell’ambergris è forte, acre e cattivo per l’olfatto di un essere umano. Una volta che il processo di asciugamento della sostanza è completato, però, l’ambra assume un colore grigio e sprigiona un profumo dolce di tabacco e molto duraturo con una consistenza simile alla cera.

L’aroma dell’ambra grigia fa gola all’industria dei profumi dove è ricercatissima. Fondendo pezzi di vomito di balena e sottoponendo il composto ad alcune lavorazioni chimiche, si produce un liquido che è possibile aggiungere a un profumo industriale per far persistere più a lungo il suo odore e fissarlo. A oggi un chilogrammo di ambra grigia è venduto a più di 40mila euro, circa 35mila sterline, perché può essere ricavato solo da animali spiaggiati o da blocchi ritrovati nelle profondità o sulle coste degli oceani, come nel caso del pescatore thailandese.

Riguardo agli habitat di balene e capodogli, recentemente è stato scoperto che il mondo ha anche un quinto oceano.

Stefania Bernardini

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963