19238e08116fdbdc545547c7533e36d2.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

App e smartphone, ecco la Generazione Z

Hanno tra i 7 e 22 anni, i più piccoli nati stesso anno iPad

(ANSA) – ROMA, 23 OTT – Preferiscono stare in chat piuttosto che parlare, passano tanto tempo sulle app, dormono con lo smartphone. Sono le abitudini sotto gli occhi di tutti della Generazione Z, i nati tra il 1995 e il 2010, i più piccoli hanno la stessa età dell’iPad. Mettono in crisi i genitori ma sono la nuova gallina dalle uova d’oro per le aziende, poiché sono contenti di trovare i loro marchi preferiti sui social. “Quello che abbiamo constatato è che lo smartphone è una estensione di se stessi e che i social e le app, cioè la vita digitale, occupa più tempo delle loro relazioni offline”, spiega Rurik Bradbury, manager di LivePerson che negli Stati Uniti ha condotto una ricerca sulla Generazione Z e su quella precedente, i Millenials. In particolare, i giovanissimi nati tra il 1995 e il 2010, spiega l’indagine, “interagiscono più digitalmente che nella vita reale”, tanto che sette su 10 preferiscono mandare messaggi di testo piuttosto che parlare.

Contenuti sponsorizzati