Siri Fonte foto: Shutterstock
APPLE

Apple, dipendenti ascoltano tutto quello che dici a Siri

Siri ci ascolta. E ci fa ascoltare anche da società pagate da Apple per capire quali siano le richieste degli utenti. I dati, però, sembra non siano anonimi

29 Luglio 2019 - Non solo Amazon e Google ma, come era prevedibile, anche Apple ha l’abitudine di far ascoltare spezzoni di audio, captati ed elaborati dal suo assistente digitale Siri, a suoi dipendenti e a dipendenti di aziende in subappalto. È quanto scoperto dal Guardian, parlando con una fonte che vuole restare anonima.

Nei mesi e nelle settimane scorse erano emersi comportamenti simili da parte di Amazon e di Google, in entrambi i casi giustificati dalla necessità di testare l’efficacia degli algoritmi di “speach to text e la qualità delle risposte fornite dall’assistente digitale all’utente. In questo caso la fonte anonima precisa, però, che con i prodotti Apple c’è una gran quantità di attivazioni immotivate dell’assistente. E, di conseguenza, molto spesso Siri ci ascolta senza che noi ce ne accorgiamo. Anche queste registrazioni non richieste, però, verrebbero inviate alle società terze e fatte ascoltare ai loro dipendenti.

Siri ti ascolta mentre fai sesso

Secondo la fonte citata dal Guardian le parole di attivazione “Ehi Siri” sono troppo simili a troppi suoni e altre parole ed espressioni della lingua comune. Il risultato è che i dipendenti delle ditte che hanno preso gli appalti per controllare l’efficacia di Siri si trovano ad ascoltare una marea di clip audio in cui c’è tutto tranne un comando rivolto a Siri.

Conversazioni in auto, con tanto di rumore di fondo del motore, dottori che parlano con i pazienti, con tanto di storia clinica dei pazienti stessi, persino coppie che fanno sesso. Tra i “comandi” che i dipendenti esterni ad Apple devono ascoltare c’è veramente di tutto. Una buona parte delle errate attivazioni di Siri, inoltre, sarebbe causata dagli Apple Watch: se l’orologio smart di Apple rileva di essere stato alzato e sente del parlato, allora Siri si attiva all’istante.

Quali dati vedono i dipendenti Apple

C’è poi un secondo problema: i dati che i dipendenti di Apple e delle società in appalto riescono a vedere associati alla singola registrazione. Spiega la fonte: “Ci sono stati innumerevoli casi di registrazioni che hanno in cui si sentono discussioni private tra medici e pazienti, affari, attività apparentemente criminali, incontri sessuali e così via. Queste registrazioni sono accompagnate da dati dell’utente che mostrano posizione, dettagli di contatto e dati dell’app“.

Apple, però, afferma che Apple i dati Siri “non sono collegati ad altri dati che Apple potrebbe ricavare dall’uso di altri servizi Apple”. Secondo l’azienda, infatti, non esiste un nome o identificativo specifico allegato a una registrazione e nessuna registrazione individuale può essere facilmente collegata ad altre registrazioni.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963