Libero
apple homepod mini Fonte foto: Apple
APPLE

Apple farà un sistema operativo per la domotica

Negli ultimi mesi Apple ha commesso una serie di sviste che potrebbero indicare lo sviluppo in corso di un sistema operativo per la domotica, homeOS

Un sistema operativo dedicato alla domotica, quindi al controllo a distanza di abitazioni o uffici, è ancora assente all’interno della schiera dei sistemi della Mela. Che è già parecchio ampia: macOS per i Mac, iOS per gli iPhone, iPadOS per gli iPad, watchOS per gli Apple Watch, tvOS per Apple TV e audioOS per HomePod.

Fanno sei sistemi operativi diversi, tendenti a sette. Anche se dire che sono “diversi" non è del tutto corretto visto che iOS e iPadOS condividono molto (del resto fino a qualche anno fa c’era iOS anche negli iPad), e lo stesso macOS è sempre più vicino ad iOS, specie dal passaggio dai chip Intel agli Apple Silicon M1, che sono strettamente derivati da quelli degli iPhone. Insomma, per un’azienda delle dimensioni di Apple gestire sei o sette sistemi operativi non fa molta differenza, soprattutto se alcuni di essi sono diversi solo “formalmente". Così le indiscrezioni sul debutto di homeOS, il sistema operativo per la casa domotica, sono sempre più insistenti.

Le offerte di lavoro galeotte

I primi indizi sono arrivati a giugno, quando in un’offerta di lavoro pubblicata prima del WWDC Apple menzionò proprio homeOS, un sistema operativo fino ad allora sconosciuto. Da lì il sospetto che a Cupertino stessero lavorando su un inedito sistema operativo per la domotica, sospetto che si rinnova nuovamente cercando tra gli annunci di lavoro dell’azienda.

A giugno era stata pubblicata un’offerta di lavoro per un ingegnere Senior iOS da integrare nel team di Apple Music che menzionava homeOS. Nello specifico, nella descrizione si leggeva: “Lavorerai con gli ingegneri di Apple, imparando i meccanismi interni di iOS, watchOS, tvOS e homeOS", e quando dall’annuncio venne ricavata una notizia Apple si affrettò a correggere quella menzione con HomePod, l’altoparlante intelligente con Siri.

Qualche mese più tardi, la stessa circostanza riporta homeOS d’attualità. In un’offerta di lavoro, ancora una volta per Apple Music, la Mela include lo stesso passaggio citato in precedenza che tira in ballo homeOS. Allo stesso modo di iOS e iPadOS della cui parentela stretta si parlava in apertura, Apple possiede altri due sistemi operativi molto simili, tvOS e audioOS – che da noi arriverà insieme all’altoparlante HomePod mini.

homeOS potrebbe unire audioOS e tvOS

audioOS è basato su tvOS, quindi i due sistemi condividono più di qualche elemento nonostante il nome differente. La principale ipotesi che circola attualmente è che Apple possa creare un nuovo sistema che racchiuda tvOS e audioOS, sotto il nome unico di homeOS. Del resto sia gli altoparlanti intelligenti che Apple TV trovano generalmente posto in un ambiente domestico, per cui la mossa avrebbe un senso logico.

Neanche a dirlo, anche in questa occasione non appena la presenza di homeOS nella descrizione dell’offerta di lavoro ha fatto notizia, Apple ha provveduto a rimuovere il passaggio in cui era menzionato l’inedito sistema operativo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963