Libero
iphone sim Fonte foto: Hadrian / Shutterstock
APPLE

Apple iPhone sta per rivoluzionare le SIM telefoniche

Secondo alcuni rumor, i prossimi iPhone 14 potrebbero passare definitivamente alle SIM virtuali, abbandonando le attuali piccolissime SIM fisiche

La SIM fisica sta già progressivamente abbandonando gli smartphone e si fanno sempre più strada le cosiddette eSIM, ovvero una soluzione virtuale per dispositivi compatibili. Diversi gestori telefonici hanno già proposto le proprie soluzioni e anche alcuni produttori di telefoni hanno intrapreso questa strada.

Per quanto ormai le SIM abbiano raggiunto dimensione striminzite, destinargli un posto all’interno del telaio dello smartphone è diventato sempre più complicato. Si cerca infatti di introdurre hardware sempre più avanzato all’interno di corpi sempre più sottili, per cui anche pochi millimetri possono fare la differenza. Secondo quanto trapelato, sembra che Apple abbia deciso di prendere una decisione drastica e importante per i prossimi iPhone 14, nonostante gli attuali modelli supportino già la tecnologia eSIM. Nel frattempo, si delinea un profilo sempre più completo del prossimo iPhone 14 e delle sue caratteristiche.

iPhone 14, che SIM avrà

In base a quanto riferisce MacRumors, un tipster del quale non è stata rivelata l’identità è convinto che Apple starebbe preparando il terreno per una rivoluzione già a partire dal prossimo anno. Infatti, il colosso di Cupertino avrebbe informato le principali aziende di telecomunicazioni statunitensi che, a partire da settembre del prossimo anno, gli iPhone potranno fare uso esclusivamente di eSIM.

Da ciò ne consegue che il classico carrellino per SIM card (ed il relativo slot) potrebbe scomparire definitivamente già a partire dalla serie iPhone 14. Negli Stati Uniti, attualmente, gli iPhone 13 vengono venduti senza nano SIM ed è possibile attivare la eSIM all’accensione del telefono, seguendo le apposite istruzioni. Non è quindi da escludere che questo cambiamento possa arrivare prima di quanto avremmo pensato.

Una conferma potrebbe venire dal leaker @dylandkt, che aveva già anticipato la questione in un tweet di febbraio. Quello che potrebbe spingere Apple a rinviare i piani al 2023 è il fatto che in molti paesi non è ancora possibile attivare il servizio eSIM. Una soluzione potrebbe essere quella di lasciare lo slot per la SIM soltanto in alcuni mercati.

iPhone 14, come sarà

In base alle indiscrezioni di questi giorni, l’iPhone del 2022 dovrebbe fare uso del prossimo chipt proprietario A16 Bionic, integrare fino a 8 GB di memoria RAM e spazio di archiviazione a partire da 64 GB. È da capire come queste specifiche potrebbero essere distribuite sui vari modelli.

Per quanto riguarda il display, dovremmo trovare un pannello con frequenza di aggiornamento fino a 120 Hz e diagonale da 6,1 pollici per la variante base di iPhone 14 e da 6,7 pollici per le varianti Max e Pro Max. Potrebbe trattarsi per la prima volta di uno schermo in configurazione punch-hole o comunque senza notch.

La fotocamera dovrebbe essere costituita da un sensore principale da 48 megapixel, ultra grandangolo e telefoto da 12 megapixel, per effettuare la registrazione di filmati in 8K.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963